1. Casa
  2. Articoli
  3. Chiede test antidroga prematrimoniali obbligatori per gli uomini in Arabia Saudita

Chiede test antidroga prematrimoniali obbligatori per gli uomini in Arabia Saudita

Personaggi pubblici influenti in Arabia Saudita chiedono il test antidroga obbligatorio di tutti gli uomini che cercano di sposare donne saudite, pochi mesi dopo l'introduzione di una norma simile contro i non cittadini.

Nell'ottobre 2016 è stata introdotta una nuova misura che richiedeva a tutti gli uomini stranieri di sottoporsi a test antidroga prima di sposare donne saudite. Questa legge, decretata dal re Salman, prevede che le domande di matrimonio vengano respinte a qualsiasi straniero maschio che risulti positivo all'uso di qualsiasi droga illegale nel regno, incluso l'alcol.

Gli stranieri fanno pace un terzo della popolazione dell'Arabia Saudita.

Le donne straniere che cercano di sposare uomini sauditi non sono tenute a sottoporsi a test, Notizie quotidiane del Golfo rapporti.

La modifica che è stata proposta eliminerebbe i criteri di nazionalità della norma sui test richiedendo contro tutti i gli uomini che fanno domanda per le domande di matrimonio saudite devono essere sottoposti a test.

Coloro che hanno chiesto l'ampliamento della portata di questo approccio invasivo hanno difeso le loro opinioni affermando che proteggerebbe le donne e affermando che l'uso di droghe danneggia i valori tradizionali della famiglia.

Il dottor Abdullah Al-Fawzan, membro dell'Assemblea consultiva dell'Arabia Saudita - l'organo consultivo formale di re Salman e uno degli organi politici più influenti del paese - ha affermato che i test antidroga obbligatori "garantiranno la sicurezza e la protezione di un famiglia e soprattutto un matrimonio sano”.

"Alcune persone potrebbero opporsi a tali test, ma non conoscono gli effetti distruttivi dell'uso di droghe su un matrimonio e sulla società nel suo insieme", ha affermato all'inizio di questo mese, secondo Al-Riyad, quotidiano saudita filo-regime.

Khalid Al-Hulaibi, direttore della Family Welfare Association, dice che “Non possiamo incolpare le donne che chiedono il divorzio dai loro mariti [a causa dell'uso di droghe]”.

Una dichiarazione particolarmente sorprendente in una nazione che dona le donne quasi nessun diritto di separarsi dai loro mariti.

“Abbiamo ricevuto molte mogli in lacrime che erano completamente a pezzi perché i loro mariti si drogavano. […] È una situazione straziante. Ecco perché le autorità dovrebbero imporre test antidroga prematrimoniali anche ai sauditi", ha aggiunto Al-Hulaibi.

In Arabia Saudita, un paese senza responsabilità democratica o stampa libera, è relativamente facile per i personaggi pubblici giustificare i cambiamenti politici con affermazioni esagerate o inventate.

Ad esempio, Saeed Al-Sareeha della commissione antidroga del regno una volta fece l'affermazione non verificabile che 70 per cento della violenza familiare era il risultato della "tossicodipendenza" e ha sostenuto che ciò giustificava l'aumento dei test antidroga.

Il Ministero della Salute ha tentato per primo di introdurre test antidroga prematrimoniali in 2005 nel tentativo di impedire a chiunque abbia un uso problematico di droghe, straniero o saudita, di sposarsi. Nonostante siano stati eseguiti oltre 2.5 milioni di test antidroga effettuata tra il 2005 e il 2013, la strategia - soprannominata "test di tossicodipendenza" - è fallita perché le persone sottoposte a test hanno scoperto come evitare il rilevamento del consumo di droga.

“Il ministero ha scoperto che i tossicodipendenti tendono ad astenersi dall'assumere droghe prima di sposarsi in modo da poter superare i test antidroga. Una volta sposati, però, tornano alla loro tossicodipendenza”, un protagonista ha detto il funzionario sanitario in 2014.

Non è chiaro come i funzionari saranno in grado di impedire alle persone di evitare il rilevamento in base alla modifica proposta.

Re Salman detiene il potere legislativo assoluto e, poiché non ha ancora commentato questa proposta, è ancora da vedere se diventerà legge. Non sarà sorprendente se sceglie di imporre la misura, come c'è stato un repressione intensificata sulle persone che commettono reati di droga da quando è salito al trono nel 2015.

Articoli precedenti
Le autorità della Tanzania si dividono sulla repressione delle persone che fanno uso di droghe
pagina successiva
Il nuovo sindaco di San Paolo ridimensiona il programma riuscito di riduzione del danno

Contenuti correlati