1. Casa
  2. Articoli
  3. Depenalizzazione della droga: progresso o falsa pista politica?

Depenalizzazione della droga: progresso o falsa pista politica?

Negli ultimi dieci anni sono aumentate le affermazioni secondo cui il mondo si sta muovendo verso un punto di svolta critico nella politica internazionale sulle droghe, sulla base di un crescente riconoscimento del fatto che i governi devono prendere in considerazione approcci alternativi alla politica sulle droghe che includano la depenalizzazione. Sebbene questo cambiamento sia stato salutato da molti come un segno di progresso, INPUD ritiene che ci siano ancora questioni importanti e trascurate riguardo alla misura in cui i bisogni e i diritti delle persone che fanno uso di droghe vengono considerati prioritari nei paesi che hanno depenalizzato l'uso di droghe.

Nel 2018, INPUD ha pubblicato un'analisi innovativa del modello di depenalizzazione portoghese: La depenalizzazione è sufficiente? Comunità di tossicodipendenti Voci dal Portogallo - che per la prima volta ha valutato l'impatto della depenalizzazione del Portogallo dal punto di vista delle persone che fanno uso di droghe. Il rapporto osserva come "le interazioni con lo Stato e la polizia, e le questioni di violenza, esclusione sociale, stigmatizzazione e discriminazione, sono spesso del tutto omesse dalla discussione e dall'analisi della depenalizzazione".

INPUD è entusiasta di presentare Depenalizzazione della droga: progresso o falsa pista politica? Questa relazione, come la nostra precedente sul Portogallo, ha lo scopo di aprire il dibattito sulla depenalizzazione e chiarire le aspettative che le persone che fanno uso di droghe hanno per l'azione futura sulla riforma della politica in materia di droga. Soprattutto, include una chiamata per completa depenalizzazione senza sanzioni come nuovo punto di riferimento per misurare i progressi in materia di depenalizzazione in futuro. 

La depenalizzazione è spesso discussa come se esistesse un solo modello, il che porta a ritenere che la depenalizzazione ovunque sia uguale al progresso. Tuttavia, esistono molti modelli diversi di depenalizzazione in funzione, tutti con impatti diversi. Questo rapporto è stato pubblicato perché riteniamo che le attuali riforme non siano andate abbastanza lontano. Questa situazione significa che nella stragrande maggioranza dei paesi, le persone che fanno uso di droghe continuano a essere criminalizzate, punite e stigmatizzate nonostante la depenalizzazione. Inoltre, nessuna revisione esistente dei modelli di depenalizzazione ha incluso specificamente la prospettiva delle persone che fanno uso di droghe nella loro analisi, una palese svista che riflette l'esclusione storica delle voci delle persone che usano droghe all'interno delle discussioni politiche. 

L'INPUD ritiene che sia giunto il momento di smantellare l'idea sbagliata secondo cui gli sforzi di depenalizzazione rappresentano indiscutibilmente un progresso quando sono stati sviluppati con poca o nessuna consultazione con le persone che fanno uso di droghe. Questo rapporto amplifica le voci delle persone che fanno uso di droghe attraverso una serie di interviste condotte con membri della comunità e loro rappresentanti in paesi che hanno implementato vari approcci alla depenalizzazione. La nostra speranza è che questo rapporto possa sostenere gli sforzi di advocacy guidati da pari verso politiche sulle droghe più inclusive, progressiste, partecipative e trasparenti che riconoscano pienamente la dignità umana di tutte le persone che fanno uso di droghe. 

Leggi il report completo qui (Inglese con traduzioni in arrivo)

Scarica una versione ad alta risoluzione per la stampa qui

INPUD desidera ringraziare in modo speciale tutti i colleghi che hanno fornito i loro pensieri e la loro guida in questa ricerca. Siamo anche grati per il rapporto finanziario che abbiamo ricevuto da Bridging the Gaps, Robert Carr Civil Society Networks Fun e Love Alliance. 


 

RACCOMANDAZIONI

Sulla base dei risultati di questo studio, INPUD ha tratto le seguenti raccomandazioni primarie da questo rapporto:

  1. Tutti i modelli di depenalizzazione devono depenalizzare completamente persone che fanno uso di sostanze stupefacenti, tra cui: la rimozione di tutte le sanzioni amministrative e dei meccanismi di controllo, sorveglianza, coercizione e punizione per l'uso e la detenzione di sostanze stupefacenti; eliminando l'uso di soglie arbitrarie di quantità o importi soglia che si traducono in precedenti penali; garantire che la polizia operativa comprenda appieno i cambiamenti politici e legislativi associati alla completa depenalizzazione; e stabilire un monitoraggio indipendente e continuo per i sistemi di giustizia penale.
     
  2. Le persone che fanno uso di droghe e le loro organizzazioni guidate dalla comunità devono essere coinvolte tutte le fasi del processo di riforma, compresa la fornitura di informazioni chiare, accessibili e credibili alla comunità su eventuali modifiche politiche o legali.
     
  3. La piena depenalizzazione deve anche includere strategie specifiche per porre fine allo stigma e alla discriminazione tra le persone che si drogano e garantire finanziamenti adeguati per tali interventi.
     
  4. La piena depenalizzazione deve includere il potenziamento e l'espansione dell'accesso alla riduzione del danno e all'assistenza sociale per le persone che fanno uso di droghe pertinenti al contesto e alle esigenze locali.
     
  5. Una volta adottata la piena depenalizzazione all'interno delle giurisdizioni, dovrebbe essere solo un passo lungo un continuum che ha come obiettivo chiaro e ultimo il piena regolamentazione legale di tutti i farmaci in modo tempestivo.

 

* Annie Madden è una dottoranda presso l'Università del New South Wales e l'autrice principale di Depenalizzazione della droga: progresso o falsa pista politica?. Jake Agliata è il Responsabile delle politiche e della comunicazione presso INPUD.

* L' Rete internazionale di persone che fanno uso di droghe (INPUD) è un'organizzazione globale basata sui pari che cerca di promuovere la salute e difendere i diritti delle persone che fanno uso di droghe.

Articoli precedenti
Le esecuzioni mondiali per accuse di droga sono diminuite drasticamente a causa del COVID. È probabile che sia temporaneo.
pagina successiva
Nuove sostanze psicoattive in Estonia: fentanil, alfa-PVP e riduzione del danno

Contenuti correlati