1. Casa
  2. Articoli
  3. Il parlamento greco approva le sale per il consumo di droga

Il parlamento greco approva le sale per il consumo di droga

Le stanze per il consumo di droga sono state implementate in 16 paesi in tutto il mondo.

Il parlamento greco ha approvato in modo schiacciante l'apertura delle stanze per il consumo di droga (DCR), strutture che salvano vite e riducono i danni correlati alla droga.

La legislazione, che era sostenuto dal ministero della salute, approvato il 229 marzo dal parlamento con 32 voti a favore e solo 7 contrari. Il ministero della salute può ora autorizzare siti specifici in tutto il paese a operare come DCR, strutture in cui le persone possono usare droghe illegali in un ambiente sicuro e sterile e senza paura del processo.

giornale greco, I Kathimerini, rapporti che "per utilizzare i siti, [le persone] dovranno registrarsi con il registro degli utenti" prima di poter entrare. La nuova legge afferma che Il possesso di stupefacenti non sarà punito nelle vicinanze delle strutture, ma solo per le persone iscritte a questo registro.

Gli ospedali psichiatrici delle due città più grandi della Grecia, Atene e Salonicco, sono già stati individuati tra le prime sedi dei DCR pianificati del paese.

I DCR prevengono il verificarsi di overdose mortali, poiché gli operatori sanitari controllano l'uso di droghe da parte delle persone e sono quindi in grado di somministrare naloxone, un farmaco che inverte le overdose da oppioidi, quando necessario. Tra gli altri nove paesi europei che gestiscono DCR, non si è mai verificata un'overdose fatale all'interno di una struttura.

As TalkingDrugs ha precedentemente riferito, la Grecia registra attualmente uno dei tassi più elevati dell'UE di nuovi casi di HIV diagnosticati attribuiti al consumo di stupefacenti per via parenterale. I DCR mitigano questo danno fornendo alle persone attrezzature sterili, riducendo al minimo il rischio di trasmissione di malattie, tra cui quella dell'HIV e dell'epatite C, dalla condivisione dell'ago.

Contrariamente alle argomentazioni dei critici secondo cui i DCR facilitano l'uso problematico di droghe, tali strutture forniscono alle persone emarginate, in particolare ai senzatetto, l'opportunità di accedere alle cure e all'assistenza sanitaria di base. Per molte persone che usano i DCR, entrare nella struttura può essere l'unico momento in cui interagiscono con professionisti medici o specialisti delle dipendenze.

Forniscono anche i DCR una vasta gamma di vantaggi a persone che non fanno uso di sostanze stupefacenti, ma che vivono o lavorano nelle vicinanze di tale struttura. I DCR riducono i rifiuti di droga potenzialmente pericolosi, migliorano l'accesso del pubblico ai servizi di emergenza, possono ridurre la criminalità in generale e aiutano a integrare le persone emarginate nell'economia legittima, fornendo benefici finanziari a tutta la società.

Le stanze per il consumo di droga operano legalmente nei Paesi Bassi, Germania, Danimarca, Spagna, Norvegia, Francia, Lussemburgo, Svizzera, Canada, Australia e Belgio.

Articoli precedenti
Comprare droga sui social media: una forma di riduzione del danno?
pagina successiva
Giornata internazionale della donna: difendere i diritti delle donne che fanno uso di droghe

Contenuti correlati