1. Casa
  2. Articoli
  3. L'Islanda dovrebbe introdurre sale per il consumo di droga

L'Islanda dovrebbe introdurre sale per il consumo di droga

Le stanze per il consumo di droga (DCR) dovrebbero essere introdotte in Islanda, poiché i parlamentari e il ministro della Salute hanno sostenuto le richieste di un emendamento alla legge nazionale sulla droga.

Il 21 marzo Svandís Svavarsdóttir, ministro della Sanità, ha dichiarato al Parlamento che il suo governo vorrebbe modificare la legislazione esistente sulla droga in modo che i DCR possano aprire e operare legalmente nel paese.

Un DCR in Islanda, ha detto, sarebbe un “ambiente legalmente protetto in cui i diciottenni e gli anziani possono consumare [droghe illegali] sotto la supervisione di operatori sanitari. Dove viene prestata attenzione per garantire la piena igiene, sicurezza e controllo delle infezioni.

I DCR prevengono il verificarsi di overdose mortali, poiché gli operatori sanitari controllano l'uso di droghe da parte delle persone e sono quindi in grado di somministrare naloxone, un farmaco che inverte le overdose da oppioidi, quando necessario. Tra i nove paesi europei che gestiscono DCR, non si è mai verificata un'overdose fatale all'interno di una struttura.

I DCR forniscono anche attrezzature sterili e ambienti più sicuri per l'uso di droghe, riducendo così la diffusione di malattie trasmissibili per via ematica per gli utenti del servizio, nonché ridurre il comportamento antisociale associati all'uso pubblico di droghe, compreso lo smaltimento dei rifiuti di droga e l'intossicazione pubblica.

L'emendamento proposto è stato sostenuto dalla Croce Rossa, che hanno avvertito che ora in Islanda muoiono più persone per overdose di droga che per incidenti stradali. Nel 2018, ci sono stati 17 decessi correlati alla droga nel paese che ha una popolazione di appena 330,000 abitanti.

"C'è un aumento dei senzatetto, il che significa che le persone si iniettano in condizioni pessime", ha osservato Þórir Guðmundsson, direttore della Croce Rossa a Reykjavík. "C'è un grande bisogno che [le persone] possano entrare in alloggi caldi dove ci sono operatori sanitari”.

L'emendamento è ampiamente previsto per passare, avendo raccolto sostegno unanime tra i parlamentari durante un recente dibattito parlamentare. Svavarsdóttir si è impegnata preventivamente a fornire 50 milioni di ISK (407,000 USD) in fondi pubblici per sostenere la creazione di un DCR, una volta approvato l'emendamento.

Articoli precedenti
Греция подDERжала открытие комнат для безопасного употребления наркотиков
pagina successiva
Aggiornamenti di TalkingDrugs dall'Europa orientale e dall'Asia centrale [marzo 2019]

Contenuti correlati