1. Casa
  2. Articoli
  3. Questioni linguistiche: si tratta di un'overdose di droga o di una crisi di avvelenamento da droghe?

Questioni linguistiche: si tratta di un'overdose di droga o di una crisi di avvelenamento da droghe?

Nell'ordine pubblico, la lingua questioni. Nella politica sulle droghe, il linguaggio è sempre stato divisivo. Le parole da "spacciatore" a "tossicodipendente" sono state usate per emarginare, incarcerare e spogliare l'umanità tridimensionale dalle persone definendole cattivi bidimensionali.

Gli Stati Uniti sono alle prese con la peggiore crisi di overdose mortale conosciuta nella storia umana. 108,000 americani sono morti l'anno scorso per decessi correlati alla droga. Due terzi di questi decessi sono stati attribuiti al fentanil, che sempre più si è fatto strada nella fornitura di farmaci. Quello che una volta era un contaminante nell'eroina in polvere è ora una droga di scelta, avendo soppiantato l'eroina in molti mercati. Ora è un contaminante della cocaina e pressato in pillole che pretendono di essere ossicodone, Xanax e misteriosamente, Adderall. Tassi di overdose giovanile raddoppiato un anno dopo l'altro e continuano a salire, soprattutto grazie a dette pillole.

Il consenso era stato che si tratta di una crisi di overdose di droga. Ma mentre le morti aumentavano ulteriormente, le richieste di riformulare la crisi come un avvelenamento aumentavano. Genitori in lutto di giovani ignari hanno rifiutato il linguaggio di overdose, poiché il loro bambino aveva intenzione di assumere solo 30 mg di ossicodone. Spesso preferiscono la frase avvelenamento da farmaci.

In Canada, la crisi viene definita crisi di avvelenamento da droghe come un modo per illuminare i fallimenti politici a cascata che hanno portato a una fornitura di droghe tossiche. Il vago avvelenatore, in questo caso, sono i fallimenti politici. Negli Stati Uniti, il pubblico è contrario a qualsiasi analisi sistemica di questo tipo.

Dal 1986, gli Stati Uniti hanno una legge chiamata "consegna di droga con conseguente morte". Determina che la persona che fornisce le droghe da cui un'altra persona va in overdose lo è responsabile per la morte, e comporta una pena minima obbligatoria di 20 anni. Il termine avvelenamento da farmaci, negli Stati Uniti, evoca l'immagine di un nefasto "spacciatore di droga", con tutto lo stigma di cui quella frase è stata impregnata nel corso degli anni. Trasmette intenzionalità e malizia, insinuando che c'è un solo individuo da incolpare. Queste connotazioni malvagie offuscano il la realtà; la maggior parte delle persone accusate di consegna di droga con conseguente morte (noto anche come omicidio indotto da droghe) erano in realtà amici o parenti del defunto.


 

Cos'è un sovradosaggio? Chiaramente, sta assumendo una dose eccessiva di un farmaco. È quello che ha fatto mia madre la notte in cui ha ingoiato dosi extra di morfina, oltre la prescrizione del medico. Aveva una dose (60 mg) e poi se n'è andata ancora Quello. Lei overdose e morì.

Non è esattamente quello che hanno fatto i miei amici morti per overdose di eroina. Sotto il sistema del divieto, non siamo in grado di conoscere veramente la nostra dose. Ciò che sulla scala mostra due decimi di grammo potrebbe essere un'ampia gamma di milligrammi di eroina, a causa della purezza volatile delle droghe prodotte illegalmente. Non è una stranezza, è una caratteristica del sistema. Ognuno dei miei amici che sono morti era semplicemente dosaggio. Non stavano spingendo i propri limiti in modo sconsiderato (come ha fatto mia madre, che potrebbe essersi suicidata). Stavano usando la loro dose standard, ma la variabilità della purezza del farmaco tra gli acquisti significava che poteva cambiare radicalmente da un giorno all'altro. 

La frase overdose, addirittura, è un termine improprio, poiché implica intenzionalità; un disprezzo sfrenato per la propria vita. Stavamo semplicemente cercando di sballarci, di intorpidire il nostro dolore, di sopravvivere. Mentre accettavamo tacitamente i rischi, la morte non era tra questi. Se ci fosse stata fornita un'alternativa alla sconosciuta purezza e alle sconosciute droghe da strada adulteranti (e tuttavia con prezzi enormemente gonfiati) che stavamo acquistando, l'avremmo accettata volentieri. 

Mentre la crisi dell'overdose peggiora, i legislatori si rivolgono all'unico strumento nella loro cassetta degli attrezzi: l'incarcerazione. Il Colorado ha recentemente rifelonizzato il fentanil, nonostante tutti i dati dimostrino che non funzionerà. La consegna di droga che porta a leggi sulla morte prolifera in tutto il paese, spesso stimolata da genitori in lutto che vogliono giustizia per la morte del loro bambino.

Per quanto i miei amici intendessero usare solo due decimi di grammo di eroina, gli adolescenti hanno acconsentito a prendere solo 30 mg di ossicodone. Entrambi scelsero una dose senza alcuna intenzione di superarla, ma entrambi non conoscevano il vero dosaggio di ciò che assumevano. Dire che il primo ha avuto un'overdose mentre il secondo è stato avvelenato significa dividere arbitrariamente entrambi i gruppi di tossicodipendenti in "colpevoli" e "innocenti". 

I miei amici che sono morti per overdose di eroina hanno cercato la morte non più degli adolescenti che sono morti a causa di false pillole contenenti fentanyl. Entrambi i gruppi hanno scelto di usare droghe. 

Ad essere sinceri, c'è un elemento di avvelenamento nell'attuale crisi. Vendere pillole che sembrano Xanax o Adderall ma in realtà sono fentanil ai liceali è moralmente sbagliato e incredibilmente sconsiderato. Ma ecco il punto: inquadrarlo come un avvelenamento non può portare alcun beneficio.

La piena potenza della guerra alla droga è stata scatenata per decenni, e a che scopo? I contribuenti statunitensi hanno speso più di un trilione di dollari - apparentemente per ridurre il consumo di droga - solo per finire con un tasso di overdose di droga venti volte superiore alla media globale, senza alcun impatto sulla sua disponibilità. L'idea che inquadrarla come una "crisi avvelenata" rilascerà in qualche modo ancora più risorse del governo che in qualche modo, a differenza dei trilioni di dollari che sono venuti prima, faranno la differenza, è fuorviante. Il governo continuerà a fare quello che ha sempre fatto, con gli stessi risultati.

Quando i laboratori domestici di metanfetamina sono stati presi di mira come problema, sono stati eliminati. Di conseguenza si formarono laboratori messicani di metanfetamine su scala industriale, facendo precipitare il prezzo della metanfetamina. Quando OxyContin è stato preso di mira come il problema, l'eroina è arrivata sulla sua scia. Quando Campi di papaveri messicani sono stati presi di mira quando l'eroina è diventata l'ultimo cattivo, il fentanil prodotto illegalmente è entrato ruggendo sulla scena, massacrando una generazione di tossicodipendenti. Ogni intervento delle forze dell'ordine è stato efficace come tagliare la testa di un'idra: ricresce, più letale di prima.

Riformulare la crisi come avvelenamento da farmaci nell'America iper-individualista porterà solo a risposte più punitive. La punizione spiazza la prevenzione e il trattamento, come possiamo vedere guardando una nazione che detiene contemporaneamente i trofei per la maggior parte dei cittadini incarcerati e che molto probabilmente moriranno per overdose di droga. 

I bianchi dell'alta borghesia saranno inquadrati come vittime avvelenate, innocenti. I poveri, i neri e i bruni saranno inquadrati come i colpevoli, quelli che overdose di loro spontanea volontà, quelli che usavano quelli droghe e hanno ottenuto ciò che si meritavano.

Non importa che, mentre vivi, l'uso di qualsiasi droga vietata rimane un reato penale per tutti. Non importa che la stessa condotta che avrebbe potuto portarli in prigione (implicando che hanno scelto consapevolmente e volontariamente di infrangere la legge) diventa colpa di qualcun altro solo se muoiono. 

 


 

Il mio amico Justin ha iniziato a essere arrestato per droga poco dopo aver compiuto 18 anni. Una giostra di foto segnaletiche sostituisce dove dovrebbero essere le foto del liceo e del diploma universitario. Abbiamo sofferto di dipendenza insieme, prima OxyContin e poi eroina. Alla fine, è stato condannato al carcere. Mentre era in prigione, il suo fidanzato è andato in overdose ed è morto in un parcheggio. Con il cuore spezzato e in libertà vigilata, ha cercato di non tornare in uso. Ma ha avuto errori intermittenti ed è stato teso, come la notte prima che mia madre morisse, dove ho dovuto salvarlo dopo che gli autobus hanno smesso di funzionare e lui tremava, stupefatto nel freddo di dicembre.

A marzo mi ha chiesto un grammo di eroina. Si è scusato per non essere arrivato al funerale di mia madre e mi ha dato uno dei suoi famosi abbracci da orso. Gli ho venduto il grammo per $ 80 e ho ripreso a sedermi sul mio divano, addolorato e dipendente. Una squadra tattica simile alla SWAT ha sfondato la mia porta la notte successiva, urlando e puntandomi contro i fucili. 

Ero un tossicodipendente. Justin era morto e per la prima volta nella sua vita il governo ha stabilito che era degno della loro attenzione. Dovevo essere processato per la sua morte, contro il volere della sua famiglia. La fastidiosa epidemia di oppioidi sembrava essere sempre più una serie di fallimenti politici a cascata, di una crisi di salute pubblica in peggioramento. Meglio riformularlo come colpa di una serie di criminali.

Ma non puoi arrestare la tua via d'uscita da una crisi di salute pubblica. Mentre il governo ha speso 1.2 milioni di dollari per incarcerare me e i miei amici, molti di loro sono morti, uno dopo l'altro. Il fatto che la consegna di farmaci con conseguente legge sulla morte renda le persone più timorose di chiamare il 911 durante un'emergenza medica poco importa. Gli americani confondono la vendetta con la giustizia e acconsentono all'illusione dell'azione, ignorando completamente i peggiori risultati di detta azione. Manette o niente, sembriamo credere.

I miei amici che hanno avuto un'overdose di eroina non sono meno innocenti di quelli che hanno avuto un'overdose di cocaina contaminata da fentanil o ossicodone. Perpetuare una certa gerarchia di dignità perpetua solo il danno. Se gli americani sentissero la parola "avvelenamento" e pensassero "fallimento della politica", sarei di supporto. Ma non lo fanno. Sentono "avvelenamento" e pensano "avvelenatore". Quindi usano la legge federale o una delle 28 leggi statali per condannare un'altra persona per omicidio, come hanno fatto con me. Come fa sempre il diritto penale, questa inquadratura avvantaggerà in modo sproporzionato i bianchi e i ricchi (compresi i genitori in lutto, che vedranno la loro volontà eseguita in tribunale) mentre danneggerà in modo sproporzionato i poveri, i neri e i marroni (compresi i genitori, che vedranno i loro figli eseguiti del tribunale, ammanettato).

Se il panorama della droga non fosse così pericoloso, non ci sarebbero morti. Non abbiamo bisogno di proiettare i danni del passato sul futuro. E non abbiamo bisogno di aspettare che si verifichino morti, solo per poi trovare qualcuno da incolpare. Possiamo de-avvelenare la scorta di droga, facilmente. Ma mentre cerchiamo i cattivi per la nostra storia e qualcuno da incolpare per il nostro dolore, nulla cambierà mai.

 

*Morgan Godvin ha un lavoro quotidiano ma occasionalmente è uno scrittore freelance, oltre a servire nel consiglio per la depenalizzazione della droga dell'Oregon. È la fondatrice dell'organizzazione no profit Batte l'overdose, un fornitore di servizi di riduzione del danno per l'industria della musica e dell'intrattenimento.

Articoli precedenti
Tracciare la storia degli allucinogeni in Cina
pagina successiva
Ronda Girls: come le madri filippine hanno affrontato la guerra alla droga

Contenuti correlati