1. Casa
  2. Articoli
  3. Il Lussemburgo presenta proposte per la legge sulla legalizzazione della cannabis

Il Lussemburgo presenta proposte per la legge sulla legalizzazione della cannabis

I ministri in Lussemburgo hanno delineato proposte per l'imminente legalizzazione della cannabis "ricreativa" nel paese.

Il ministro della giustizia Félix Braz e il ministro della salute Etienne Schneider hanno elaborato i piani del governo per legalizzare la produzione, la vendita e l'uso di cannabis per scopi ricreativi - dopo il trasferimento è stato annunciato Lo scorso novembre.

Al ritorno da un viaggio di ricerca in Canada – dove la cannabis è legale dall'ottobre 2018 – il hanno dichiarato i ministri che il Lussemburgo consentirà agli adulti di età pari o superiore a 18 anni di possedere fino a 30 grammi di cannabis in pubblico. I minori di età compresa tra i 12 ei 17 anni non saranno criminalizzati per possesso fino a cinque grammi di droga, hanno detto, ma i ministri non hanno specificato quali conseguenze potrebbero dover affrontare.

Il governo intende anche introdurre norme severe sulla vendita di cannabis. Il contenuto di THC della cannabis avrà un limite massimo, che deve ancora essere fissato, e le persone che vendono cannabis al di fuori del quadro legale dovranno affrontare dure punizioni - "sanzioni ancora più severe di adesso", secondo ai rapporti.

Inoltre, solo i residenti in Lussemburgo potranno acquistare cannabis, una decisione che potrebbe essere stata presa seguente preoccupazione dalle autorità della vicina Francia e Germania. Le autorità devono ancora decidere se i residenti saranno autorizzati a coltivare cannabis per uso personale.

Fonti governative rapporto che la legalizzazione sarà "molto meglio" della depenalizzazione in quanto "allontanerà i consumatori dal mercato illecito, [ridurrà] i rischi psicologici e fisici correlati e combatterà la criminalità a livello di offerta".

I ministri intendono presentare un'idea preliminare del disegno di legge che il parlamento esaminerà entro l'autunno di quest'anno, Rapporti RTL, con l'obiettivo di legalizzare l'attuazione entro la fine del 2023 al più tardi.

Se nessun altro paese europeo legalizzerà la cannabis prima di allora, il Lussemburgo sarà la prima nazione del continente ad aver legalizzato la droga per scopi "ricreativi" non medici. Contrariamente alla credenza comune, la coltivazione commerciale e la distribuzione di cannabis ricreativa non sono legali nei Paesi Bassi, anche se il paese della fama di "coffeeshop" sarà sperimentazione di un modello di produzione regolamentata in alcune parti del paese entro la fine dell'anno.

Come riportato da TalkingDrugs, questo è uno dei numerosi recenti cambiamenti nella politica sulle droghe in Lussemburgo. I legislatori del paese approvato all'unanimità un disegno di legge nel 2018 per legalizzare il farmaco per scopi medici e, nel gennaio 2019, il paese ha aperto la sua seconda sala per il consumo di droga più sicura, nel tentativo di ridurre i decessi e i danni correlati alla droga.

Articoli precedenti
La storia della criminalità è un narcotraffico?
pagina successiva
La malinconia dei Killercops nella guerra alla droga nelle Filippine (Parte 2)

Contenuti correlati