1. Casa
  2. Articoli
  3. Mesi dopo la depenalizzazione della cannabis, le Bermuda valutano la piena legalizzazione

Mesi dopo la depenalizzazione della cannabis, le Bermuda valutano la piena legalizzazione

Un alto ministro delle Bermuda ha affermato che il territorio potrebbe regolamentare legalmente la produzione e la vendita di cannabis per scopi "ricreativi", non medici.

Michael Weeks, ministro dello sviluppo sociale nel territorio delle Bermuda, insulare nell'Atlantico settentrionale, ha dichiarato: “La legalizzazione [della cannabis] è qualcosa di cui si dovrà parlare e potrebbe essere necessario prima piuttosto che dopo. C'è una tendenza quasi mondiale. In questo momento, qui, è uso medico, ma alcuni Paesi l'hanno legalizzato per scopi ricreativi".

Settimane aggiunto che il governo stava elaborando un rapporto con varie proposte di politica sulle droghe. Ha detto che il Gabinetto esaminerà il documento nelle prossime settimane e che sarà pubblicato entro la fine dell'anno.

Le Bermuda hanno depenalizzato il possesso personale di meno di sette grammi di cannabis nel dicembre 2017, in seguito un emendamento alla legge sull'abuso di droghe. A seguito dell'attuazione di questo emendamento, Weeks ha descritto il ragionamento del governo alla base della riforma:

“Speriamo e crediamo che intraprendere questa importante azione contribuirà a impedire che altri giovani uomini di colore vengano inseriti nella proverbiale 'lista di arresto' e che le loro vite vengano completamente alterate in virtù dell'impossibilità di recarsi negli Stati Uniti per proseguire gli studi o cercare altre opportunità”, ha affermato ha detto in una conferenza stampa.

La stretta vicinanza del territorio agli Stati Uniti significa che molti giovani bermudiani si recano nel paese in cerca di lavoro. Avere una condanna per possesso di cannabis può complicare notevolmente il processo di richiesta del visto negli Stati Uniti e, in alcuni casi, comportare l'esclusione totale dall'ingresso.

Il governo delle Bermuda ha anche consentito l'accesso alla cannabis medica, con due licenze fornite finora ai medici per prescrivere il farmaco, , il Gazzella reale rapporti.

Articoli precedenti
Il Libano intende diventare il primo paese arabo a legalizzare la cannabis terapeutica
pagina successiva
Cannabis terapeutica a base di erbe ora disponibile a Malta, mentre continua il dibattito sulla legalizzazione ricreativa

Contenuti correlati