1. Casa
  2. Articoli
  3. Riduzione del declino e dei rischi dell'MDMA

Riduzione del declino e dei rischi dell'MDMA

Alla fine di febbraio, Vice segnalati originariamente su uno studio pubblicato a fine dicembre 2021 affermando che l'uso di MDMA non ha avuto "comedown", affermando di aver sfatato il mito del "Blue Monday" - riferendosi all'effetto ritardato e depresso sull'umore e sulla cognizione dopo il consumo di MDMA. Tuttavia, in quanto utente ricreativo di MDMA, io e molti altri sappiamo che questo non è assoluto; dopo essersi tuffati nel diario originale, è chiaro che si trattava di un'errata interpretazione della ricerca.

Lo studio, in modo cruciale, è stato progettato per affrontare specificamente l'uso di MDMA in un contesto clinico. Al di fuori di queste impostazioni controllate, ci sono una serie di variabili che riflettono meglio il reale utilizzo dell'MDMA che approfondirò. 

Userò le affermazioni della storia di Vice per esplorare i molti rischi che l'MDMA usa a scopo ricreativo "in natura" e fornirò alcuni suggerimenti per la riduzione del danno che tutti voi potete portare a casa per provare. Insieme riusciremo non a eliminare del tutto, ma almeno a mitigare l'impatto del “Blue Monday” e tutti gli altri effetti associati dopo un'esperienza con l'MDMA.

Mentre Vice ha già tentato di coprire alcuni di questi, sfortunatamente le soluzioni non erano del tutto pratiche. Il primo problema menzionato riguarda la purezza dell'MDMA: 

 

“Una compressa di ecstasy o un sacchetto di cristallo MDMA può contenere ovunque tra 0 mg e 350 mg di MDMA, oltre a qualsiasi numero di adulteranti. Al contrario, quando somministriamo MDMA clinicamente usiamo MDMA di grado clinico, che è puro al 99.98%. 

La parola "purezza" è spesso usata in modo intercambiabile quando si fa riferimento alla potenza del farmaco e/o all'assenza di altro adulteranti, diluenti, o impurità. Ci sono alcuni kit di test disponibili online, tuttavia questi test possono spesso dare falsi positivi su un'ampia gamma di sostanze casuali e testare esclusivamente la presenza di un adulterante o meno (senza fornire alcuna indicazione sulla potenza di una sostanza). Mentre l'MDMA è stata storicamente estremamente adulterato in passato, questo è meno comune oggi; ora c'è una maggiore probabilità di trovare MDMA non adulterato e di elevata purezza con l'uso di kit di test di reagenti che rilevano la presenza di MDMA e possono escludere potenzialmente altri falsi positivi.

È anche comune per le persone fingere di conoscere la purezza delle loro sostanze e affermare di sapere quanto sia forte. Qualcuno mi ha detto che era in possesso di cocaina pura al 100%, il che molto probabilmente era un'informazione ridicola trasmessa da un venditore a un cliente. A meno che non siano stati eseguiti test di conferma per sostanze illecite, è probabile che qualcuno abbia inventato un numero casuale.

Il test di purezza è disponibile nel Regno Unito da The loop. Sebbene non tutti abbiano la possibilità di far analizzare tutte le loro sostanze, sono stato informato da uno dei loro tecnici spettrometristi che è raro che l'MDMA in Europa abbia una purezza inferiore all'80%. Con tale purezza, si potrebbe affermare senza dubbio che la sostanza è sicura (abbastanza) da consumare, quando si tiene conto dei tipici riempitivi non psicoattivi. Tuttavia, può essere importante verificare se la polvere o i cristalli che hai sono, in effetti, MDMA o meno, che è ciò che si può fare a casa strumenti di test come i kit di test dei reagenti. 

 

“Quando le persone prendono l'ecstasy a scopo ricreativo, tendono a fare esercizio fisico eccessivo, vale a dire ballare! Questo ha dimostrato di aumentare il rischio di tossicità e ipertermia [temperatura corporea anormalmente alta]... In una discoteca calda le persone spesso ballano tutta la notte senza rilassarsi. L'aumento della temperatura aumenta il rischio di tossicità. 

Questo è vero, e ulteriori studi è stato fatto ciò suggerisce che il rischio aumenta in modo esponenziale quando i consumatori ricreativi di MDMA possono avere danni neurologici a causa di un precedente uso pesante o frequente. 

Ricordati di fare delle pause dall'uso di MDMA periodicamente per rinfrescare il corpo e il cervello. Se puoi, esci all'aperto o da qualche parte dove le temperature sono più fresche. Ciò potrebbe significare evitare di trovarsi in mezzo a una folla fitta al festival o rave per periodi di tempo prolungati. Prendi nota dei percorsi facili dentro e fuori dalla folla prima di entrare in uno stato alterato per renderti tutto più facile. 

 

L'aggiunta di bevande sportive con elettroliti e senza caffeina può essere un buon sostituto della semplice acqua e può aiutare a correggere qualsiasi squilibrio di sodio.

 

"Lo squilibrio idrico rischia il fenomeno dell'iponatriemia [quando i livelli di sodio nel sangue scendono al di sotto del normale], che può essere tossico." 

Tecnicamente l'iponatriemia è uno squilibrio di sodio, quindi invece di ingurgitare acqua nel disperato tentativo di rimanere idratati, alternare con una bevanda sportiva (una bevanda elettrolitica, non una bevanda energetica che contiene caffeina e altre sostanze che possono interagire con la droga) o una bevanda salata merenda. Inoltre si consiglia di bere solo circa 250-500 ml/h (1-2 tazze), non più di 500 ml/h (2 tazze) all'ora.

È anche molto importante notare che l'iponatriemia è più comune per le donne– parlando in termini binari, in quanto le persone transgender o intersessuali sono state incluse in ben 0 studi sull'argomento. Tuttavia, poiché si ritiene che questa differenza sia causata da diversi livelli di estrogeni, ho motivo di credere che chiunque abbia un range medio di siero sanguigno "femminile" per gli estrogeni possa sperimentare iponatriemia associata all'ecstasy.

 

“Non prendere l'ecstasy [neanche] di notte e perdere una notte di sonno – prendila solo durante il giorno. Mi rendo conto che questo è piuttosto irrealistico. 

L'ultima frase ha riconosciuto il pragmatismo dell'uso di MDMA. Un consiglio più poco pragmatico è: usa un farmaco che induca il sonno. Sebbene la riduzione del danno in genere non raccomandi l'uso aggiuntivo di droghe, se un principio importante della riduzione del danno è "incontrare le persone dove si trovano", allora semplicemente non si possono dispensare consigli come "assumere MDMA solo durante il giorno". Personalmente, generalmente evito l'uso di MDMA durante il giorno perché, a meno che non sia pieno inverno, fa troppo caldo ovunque. Se i paramedici spesso sedano i pazienti per alleviare i sintomi che possono essere associati alla privazione del sonno o sedano un paziente per la loro sicurezza, personalmente non vedo il problema con l'uso di un sonnifero. I paramedici usano tipicamente le benzodiazepine; Uso personalmente il GHB, poiché funziona in 20 minuti e ha effetti collaterali negativi minimi o nulli se usato come previsto. Se lo funziona per la gestione della narcolessia, funzionerà per la tua insonnia. Il GHB estende la fase 3 + 4 del sonno REM, che è probabilmente il più importante per il ripristino mentale e fisico. Inoltre dura solo per circa 3 ore alla volta, quindi può essere utile quando non hai molte ore a disposizione per un sonno di qualità. Fai molta attenzione con il dosaggio del GHB però. 

Infine, un'altra variabile studiata ma non discussa nell'ambito della riduzione del rischio è il metabolismo dei farmaci. Il metabolismo dei farmaci è influenzato da fattori di età, sesso, genetica e altre sostanze chimiche che possono essere ingerite, compresi gli alimenti naturali. Negli Stati Uniti, alcuni consumatori di MDMA hanno una serie di rituali potenziare gli effetti di droghe come il lemon tek, una tecnica che utilizza il succo di limone (o altri succhi acidi o di agrumi) per aiutare a convertire la psilocibina in un composto più biodisponibile per via orale (psilocina); tuttavia, il metabolismo dei farmaci è un concetto completamente diverso. Il metabolismo dei farmaci è associato agli enzimi che abbiamo nel nostro corpo che scompongono composti specifici in diverse parti del nostro corpo. Questi enzimi possono contribuire sia a metabolizzare un composto, sia a trasformare un metabolita inattivo in un metabolita attivo.

Si credeva che il succo di pompelmo lo avrebbe fatto inibire gli enzimi nei nostri corpi che abbattono l'MDMA e lo rendono inattivo, da allora questo è vero per molti altri farmaci che vengono prescritti regolarmente alle persone, vale a dire benzodiazepine e oppioidi (e ketamina). Ciò significa che l'MDMA rimarrebbe attivo nel sistema più a lungo. Per farla breve, questo non è del tutto vero con l'MDMA, come lo è l'MDMA principalmente scomposto da enzimi diversi da quello inibito dal succo di pompelmo. Tuttavia, l'uso di MDMA inibisce l'enzima che scompone l'MDMA in un metabolita inattivo per un massimo di 10 giorni.

L'uso di MDMA in meno di 2 settimane (specialmente ad alte dosi) può contribuire ad aumentare gli effetti farmacologici dell'MDMA, compresi gli effetti negativi che potrebbe portare alla morte o a neurotossicità a lungo termine a causa degli enzimi primari inibiti. Anche altri farmaci e sostanze possono causare interazioni tra vari enzimi che influenzano gli effetti del farmaco. A volte le interazioni enzimatiche e ulteriori informazioni possono essere trovate online (su un sito Web come Wikipedia), ma se i farmaci o i prodotti sono approvati per uso medico o prontamente disponibili al banco, è possibile verificare le interazioni qui prima dell'ingestione.

Personalmente non ho avuto nessun calo degno di nota durante la mia carriera con l'MDMA. Abbastanza presto, ho imparato a farlo utilizzare integratori per compensare alcuni degli effetti collaterali negativi dell'uso di droghe e dare la priorità al sonno quando possibile (tuttavia non era sempre possibile con il consumo eccessivo di droghe e giorni / notti consecutivi di feste). Il sonno e un'adeguata integrazione durante la notte sono fondamentali per garantire che il giorno successivo sia il più riposante possibile. Esistono molti modi per mitigare gli effetti collaterali negativi per coloro che non sono predisposti a sperimentare questi problemi dall'uso di MDMA e quindi sono in grado di concentrarsi maggiormente sull'ottenere il massimo dall'esperienza.

 

*Phoenix AKA Mohawk Greene (loro/loro) è un educatore e attivista nero, trans, antirazzista per la riduzione del danno che sfrutta vaste piattaforme multimediali e online (come @TheRebelEducationist) per difendere le persone che fanno uso di droghe e una ragionevole riforma della politica sulle droghe. Forniscono istruzione e prospettive radicali senza fronzoli su droghe, politica sulle droghe e argomenti correlati attraverso una lente comica riparatrice. Sono anche un abile tecnologo e scrittore accademico. Mohawk è il responsabile del programma tecnico presso Next Distro, un membro del consiglio di amministrazione di Youth RISE ed ex coordinatore regionale di sensibilizzazione per DanceSafe e presidente di New York DanceSafe, Inc. Hanno collaborato con agenzie globali di riduzione del danno come ANKORS, Safe 'n' Sound, Unità e riduzione del danno in Sudafrica. 

Articoli precedenti
Aggiornamenti sulle droghe parlanti dall'Europa orientale e dall'Asia centrale [marzo-aprile 2022]
pagina successiva
Spinto sull'orlo - Lotta per l'accesso alla diamorfina nel Regno Unito

Contenuti correlati