1. Casa
  2. Articoli
  3. L'elezione del sindaco di San Paolo minaccia il programma di riduzione del danno "Crackland".

L'elezione del sindaco di San Paolo minaccia il programma di riduzione del danno "Crackland".

Il pionieristico programma di riduzione del danno di San Paolo per le persone che fanno uso di cocaina crack affronta un futuro incerto a seguito della recente elezione di un nuovo sindaco che afferma che lo chiuderà.

Joao Doria del Partito socialista democratico brasiliano (SDP) è stato eletto sindaco il 2 ottobre, ricevendo 53 per cento dei voti. Il risultato ha segnato un netto rifiuto dell'incumbent, Fernando Haddad del Partito dei Lavoratori, che ha ottenuto solo il 17 per cento nel suo tentativo di rielezione.

Doria, un uomo che alcuni hanno rispetto al candidato alla presidenza degli Stati Uniti Donald Trump a causa del suo ruolo nella versione brasiliana di L'apprendista e la mancanza di esperienza politica, entrerà in carica il 1° gennaio 2017.

Un impegno chiave durante la campagna del sindaco eletto è stato quello di chiudere uno dei programmi più controversi della città dell'era Fernando Haddad: A braccia aperte (De Braços Abertos – DBA). Questa iniziativa, attuata con decreto del sindaco all'inizio del 2014, offre opportunità abitative e lavorative per le persone che fanno uso di cocaina crack nella città di San Paolo cosiddetto distretto di Crackland, e lo fa senza richiedere che si astengano dal consumo di droghe.

Doria, al contrario, vuole vedere la popolazione che serve DBA sottoposta a trattamento farmacologico basato sull'astinenza, e parlando il mese scorso prima delle elezioni, ha dichiarato che alla chiusura di DBA, la gente entrerebbe nel governo dello stato Riavvia (Recomeço) programma di trattamento.

La piattaforma brasiliana per la politica sulla droga (BPDP) ha ha criticato la proposta di Doria per terminare DBA, evidenziando che il Ricomincia programma è "in contrasto con le conoscenze contemporanee sulla cura e il trattamento delle persone che fanno uso di droghe in modo problematico". Precisano, inoltre, che nei tre anni dall'inizio del programma non è stata effettuata una valutazione della sua efficacia e dei suoi esiti. 

Il BPDP non è solo in questa posizione. Un collettivo di gruppi e movimenti per i diritti umani ha lanciato un manifesto su Facebook alla fine del mese scorso intitolato “In difesa di A braccia aperte, Libertà e Democrazia”, mentre Nathália Oliveira della Black Initiative for a New Drug Policy (INNDP) ha raccontato Giustificando che l'importanza della DBA risiede nella sua promozione dei diritti delle persone che fanno uso di droghe. Altri programmi, ha affermato, operano come barriera all'inclusione di questi gruppi nella società.

Dal lancio nel 2014, oltre 900 persone sono state iscritte al DBA ea giugno di quest'anno circa 500 erano attivamente coinvolte nel programma. Molte di queste persone, oltre ad essere ospitate, lavorano come spazzini o giardinieri, tra gli altri ruoli, in cambio di R $ 15 al giorno (circa $ 5). I partecipanti ricevono anche i pasti e sono collegati ai servizi sanitari.

Come riportato in precedenza da TalkingDrugs, due studi separati – uno del BPDP e l'altro del governo municipale – hanno rilevato che la maggior parte delle persone impegnate nel programma aveva ridotto il consumo di cocaina crack, con persone che hanno notato che la stabilità dell'occupazione e degli alloggi ha avuto un impatto positivo su le loro vite.

Articoli precedenti
Domanda di droga contro i farmacisti: сначала показатели, потом люди
pagina successiva
Игорь Мацицкий: реформирование украинской наркологии – это борьба «за», а не «protiv»

Contenuti correlati