1. Casa
  2. Articoli
  3. La ricerca scientifica sulle droghe illegali può aiutare la riforma delle politiche

La ricerca scientifica sulle droghe illegali può aiutare la riforma delle politiche

La recente ricerca medica su MDMA, psilocibina e LSD ha migliorato la comprensione dei loro effetti e può aiutare il progresso verso la riforma politica.

C'è stata un'ondata di recenti tentativi da parte degli scienziati di colmare la lacuna nella conoscenza di come certe sostanze illecite influenzano il cervello umano. Queste prove, di droghe ben note e attualmente illegali, hanno cercato di scoprire eventuali benefici medicinali che possono offrire per le condizioni psichiatriche. Questi esperimenti potrebbero servire come punto di partenza per la medicalizzazione di questi farmaci.

Gli studi clinici sull'MDMA, comunemente chiamata "ecstasy", hanno dimostrato un significativo potenziale terapeutico. UN Studio americano 2015 delle persone che soffrono di disturbo da stress post-traumatico (PTSD) ha scoperto che, dopo la psicoterapia basata sull'MDMA, l'83% dei partecipanti non soddisfaceva più i criteri di avere la malattia mentale.

Nel Regno Unito, i ricercatori di Imperial College di Londra ha intrapreso uno studio su piccola scala sugli effetti curativi della psilocibina, il principio attivo dei "funghi magici". I risultati hanno indicato che il farmaco potrebbe essere molto utile nel trattamento della depressione. Dodici partecipanti con "depressione resistente al trattamento" coinvolti nel processo; “tutti i pazienti hanno mostrato una certa diminuzione dei sintomi della depressione per almeno tre settimane. Sette di loro hanno continuato a mostrare una risposta positiva tre mesi dopo il trattamento, con cinque che sono rimasti in remissione dopo tre mesi”.

Mentre alcuni utenti ricreativi possono affermare di conoscerlo da anni, pochi hanno anticipato i risultati dell'innovativo Prove con l'LSD in Aprile. In questa collaborazione tra Regno Unito e Stati Uniti, gli scienziati hanno utilizzato scanner MRI per osservare l'attività cerebrale di 20 volontari a cui era stato iniettato LSD e hanno scoperto che regioni precedentemente segregate "parlavano l'un l'altro". Altre parti del cervello che normalmente sarebbero unite in una rete si sono separate - pensato per indicare la perdita dell'identità personale soggettiva, o il senso di fusione con la natura, che alcune persone che usano l'LSD riferiscono di provare. Il professor David Nutt, ex presidente del Consiglio consultivo per l'abuso di droghe, ha sottolineato l'importanza dei risultati; “questo è per le neuroscienze ciò che il bosone di Higgs è stato per la fisica delle particelle”.

Il motivo per cui tali esperimenti hanno iniziato a svolgersi solo di recente, secondo il professor Nutt, è perché "gli scienziati erano spaventati o non potevano essere disturbati a superare gli enormi ostacoli [legali] per ottenere questo risultato".

In effetti, per decenni, i ricercatori non sono stati legalmente in grado di ricercare droghe illecite popolari su soggetti umani, limitandosi invece ai test sugli animali. Ora, negli Stati Uniti e nel Regno Unito, una volta che i ricercatori hanno navigato in un campo minato di scartoffie, sono in grado di acquistare e utilizzare legalmente determinate droghe proibite negli esperimenti.

La medicalizzazione delle droghe illegali ha un precedente: la cannabis. L'introduzione della "marijuana medica" in California nel 1996, e il suo successo, ha contribuito a spianare la strada a leggi simili negli Stati Uniti e nel mondo. Ciò, a sua volta, potrebbe aver portato a una più ampia accettazione dell'uso medico e ricreativo della cannabis e alle recenti leggi sulla cannabis ricreativa introdotte in diversi stati degli Stati Uniti.

I risultati positivi dei recenti esperimenti scientifici possono aiutare a influenzare la percezione pubblica e le politiche pubbliche relative a MDMA, LSD, psilocibina e altre droghe. Non vi è alcun suggerimento che questi farmaci saranno regolamentati come medicinali in tempi brevi, figuriamoci venduti per scopi ricreativi, ma questi studi indicano un punto di svolta cruciale nell'esplorazione scientifica.

Articoli precedenti
Il Kazakistan è pronto ad adottare un programma statale sulla terapia sostitutiva
pagina successiva
Hillary Clinton e Donald Trump sulla politica sulle droghe

Contenuti correlati