Sesso, Droga, e Riduzione del Danno

A selection of erotic drugs, Amsterdam

Stando a resoconti giornalistici contemporanei la popolarità del chemsex rimane in forte crescita. Sfortunatamente, il dialogo aperto e la disponibilità di consigli per la sicurezza non hanno tenuto il passo con l’aumento della pratica, con inevitabili e a volte tragiche conseguenze.

Questo è un tema che ho trattato abbastanza intensamente nello scrivere la Drug Users Bible. Mentre è abbastanza noto che mi sono auto-amministrato 157 droghe diverse per il progetto, è meno noto è che uno dei miei parametri di riferimento si rifaceva direttamente al chemsex.

Per ogni prodotto chimico e pianta rilevante ho cercato di identificare il loro effetto sull’appetito sessuale, oltre che sulla durata e la libido in generale. Quanto efficace era ogni droga ad intensificare o prolungare l’esperienza sessuale? Soprattutto, quali erano i rischi?

Le mie scoperte sono state in alcuni casi sorprendenti, e dato il focus del libro sulla sicurezza, ho documentato quelle che sono in buona parte osservazioni di buon senso sulla riduzione del danno e la cura di sé.

 

Le Droghe Chemsex

 

Gli effetti e l’esperienza variano significativamente a seconda della classe di droga. Li riassumerei così:

  • Alcuni stimolanti (in particolare le metanfetamine) producono il piacere orgasmico più primitivo, prolungato e intenso.
  • I cannabinoidi (la cannabis) aiutano a perdersi nel momento e lasciarsi andare.
  • A basse dosi molti psichedelici possono portarti in un posto diverso, e migliorare la sensibilità fisica.
  • Gli empatogeni, come l’MDMA, tendono ad avere un percorso simile, con meno spazio mentale e, logicamente, un’empatia aumentata. 

Sono a conoscenza del fatto che alcuni citano l’alcool e il GHB in questo campo, ma io li vedo principalmente come rilassanti, e non come esaltatori attivi della performance sessuale. Non li metterei nello stesso gruppo delle sostanze sopracitate sotto questo aspetto.

 

Il lato oscuro

 

Se questo suona come un invito a tuffarsi e provare con mano, non lo è. Come per la maggior parte dei piaceri della vita c’è un rovescio della medaglia: in questo caso l’esposizione ad un pericolo significativo. L’uso di droga comporta dei rischi, e l’uso di droga per la gratificazione sessuale non è diverso.

Affermando subito l’ovvio, le solite procedure di riduzione del danno continuano a dover essere applicate. Per un approccio generico e generale vi indirizzo verso i 10 comandamenti per un uso più sicuro delle droghe.

 

 

[Trascrizione] I 10 Comandamenti per un uso più sicuro delle droghe

 

  1. Ricerca, ricerca, e ricerca sulla droga prescelta. Dovete conoscere tutte le informazioni rilevanti, incluso tempo di insorgenza, durata, probabili effetti, dati sulle combinazioni e possibili controindicazioni.
  2. Scegliete con cura le fonti. Quanto potete essere sicuri che la sostanza sia esattamente ciò che vi aspettate e non sia contaminata?
  3. Testatela: è più facile di quanto pensiate. O fatela testare da qualcuno di fiducia. Se siete sicuri a meno del 100% del suo contenuto o della sua purezza, buttatela.
  4. Considerate la dose in modo adeguato e razionale. Ricordatevi sempre che potete prenderne di più se volete, ma non potete mai tornare indietro dopo averla presa. Fate con calma, non prendete decisioni affrettate e non fatevi indebitamente influenzare dagli altri.
  5. Pesate la vostra dose con cura, e non stimatela mai ad occhio nudo. Investite in una bilancia al milligrammo affidabile, e usatela. Usate la pesatura volumetrica ove appropriato.
  6. Fate dei semplici test per le allergie; per esempio posizionando un piccolissimo frammento sotto o sulla lingua e monitorando eventuali reazioni.
  7. Chiedetevi se vi sentite bene. Se state male, siete malati, o in cattive condizioni di salute, o avete un qualunque dubbio, non procedete. Questo si applica anche alla salute mentale.
  8. Pianificate l’esperienza, e i suoi parametri, in modo da non prendere decisioni avventate quando siete sotto l’effetto della sostanza. Ciò può includere: settare un limite al dosaggio restringendo l’accesso al resto; assicurarsi di avere un ambiente e una predisposizione sani e adatti; avere accesso ad acqua, cibo e intrattenimento, eccetera.
  9. Abbiate i contatti dei servizi di aiuto a portata di mano in caso di bisogno urgente. Scrivete cosa state assumendo e posizionate l’appunto in un posto prominente della vostra persona. Se state facendo l’esperienza in un gruppo, cercate di nominare qualcuno che si astenga, in caso ci sia bisogno di aiuto e di obiettiva razionalità.
  10. Date al vostro corpo molto tempo per recuperare e alla vostra mente tempo a sufficienza per assimilare l’esperienza. In altre parole, se siete un utilizzatore regolare, fate una pausa tra sessioni psicoattive, e una lunga pausa tra le sessioni con sostanze della stessa categoria.

 

A queste aggiungerei un numero di considerazioni specifiche al chemsex. In alcuni casi, soprattutto con gli stimolanti/amfetamine, si possono raggiungere picchi non raggiungibili senza la droga. Questo è un calice avvelenato. Può causare numerosi problemi, rendendo l’attività sessuale normale relativamente poco soddisfacente, con conseguenze ovvie e molto reali per le relazioni. Non banalizzate e non respingete questo aspetto: al contrario di quello che potete pensare non è così raro.

Spesso legata a questo è la voglia del piacere legato alla droga in questione. Aggiunto ai richiami esistenti, questo potente ulteriore incentivo può accelerare il percorso verso la dipendenza. Siatene costantemente consci e tenetelo in considerazione. 

È importante ricordarsi che sotto l’influenza di sostanze stupefacenti il giudizio è spesso indebolito, e che gli eventi possono svilupparsi rapidamente e potenzialmente senza le dovute deliberazioni. Probabilmente assumere droghe senza che i partner lo facciano non è una grande idea. Allo stesso tempo, parametri e limiti devono essere discussi prima.

Per finire, lo stress da sesso e droghe accumulato dal corpo deve essere attentamente contemplato, specialmente per chi ha una condizione medica pre-esistente.

 

L’Ultima Parola

 

È un dato di fatto che alcune droghe possono aumentare l’appetito sessuale e migliorare l’esperienza stessa. Però, le mie ultime parole sul tema sono che, se ci si abbandona, il mondo reale esiste ancora e con esso i suoi rischi. Non sospendete la logica e praticate sempre la riduzione del danno. O, in alternativa, state alla larga.

 

*Dominic Milton Trott, autore di The Drug Users Bible