1. Casa
  2. Articoli
  3. Le autorità spagnole forniscono carte gratuite per schiacciare la cocaina

Le autorità spagnole forniscono carte gratuite per schiacciare la cocaina

Le autorità della città di Bilbao, nel nord della Spagna, stanno distribuendo carte con cui le persone possono schiacciare la cocaina prima di sniffarla, nel tentativo di ridurre i potenziali danni dell'uso di droghe per via nasale, inclusa la diffusione dell'epatite C.

La carta di plastica ha le stesse dimensioni e forma di una normale carta di credito e viene distribuita secondo uno schema ideato dal dipartimento della salute del Comune di Bilbao. Include un monito scritto per chi sniffa droga: “se non è ben tritato, puoi danneggiare le tue narici”.

I funzionari del dipartimento della salute hanno affermato che la mossa è necessaria per "minimizzare i rischi [dell'uso di droghe]", quotidiano digitale spagnolo La Confidential rapporti. Affermano che la carta viene fornita alle persone in modo "selettivo e personalizzato", in modo che non sembri che le autorità condonino l'uso di droghe tra il pubblico in generale.

Infatti, secondo El Correo – un importante quotidiano di Bilbao – la carta è non essendo ampiamente diffuso al pubblico; piuttosto, è disponibile solo per gli adulti che sono passati attraverso tre "filtri". Per ricevere la carta, è necessario dimostrare interesse visitando una struttura mobile per la riduzione del danno composta da operatori sanitari, richiedere informazioni sulla riduzione del danno e completare un "colloquio personale" sul proprio consumo di droga.

Le persone che ricevono la carta ricevono anche opuscoli sulla riduzione del danno, compresi i dettagli su quanto siano importanti metodi di consumo più sicuri per ridurre il rischio di contrarre l'epatite C dall'uso di droghe. Le prove scientifiche indicano che l'epatite C può essere trasmesso condividendo una cannuccia per sniffare droga con qualcuno che ha già la malattia.

Lo ha emesso l'Hepatitis C Trust del Regno Unito un avvertimento a questo proposito:

“Se condividi un biglietto arrotolato o una cannuccia per sniffare droghe rischi di esporre te stesso e gli altri all'epatite C. Questo è particolarmente vero se il tuo naso sanguina. La cocaina in particolare è molto alcalina e corrosiva per le sottili membrane del naso. Se anche minuscole gocce del tuo sangue – spesso troppo piccole per essere viste – cadono sulla cannuccia o sul biglietto, è del tutto possibile che il contatto sangue-sangue possa avvenire attraverso la membrana nasale”.

Pertanto, se le persone che sniffano cocaina ricordano di frantumare la droga il più finemente possibile prima di usarla, si riduce la probabilità di sanguinamento nasale e la potenziale trasmissione dell'epatite C.

Luisa Marquez di LINK, una federazione di organizzazioni con sede in Spagna che sostiene la proliferazione della riduzione del danno, ha dichiarato a TalkingDrugs che questo sviluppo è stato "rispettoso dei diritti umani" perché "non possiamo impedire alle persone di usare droghe, ma possiamo prevenire alcuni danni".

"Riteniamo molto necessario dare questo tipo di informazioni, soprattutto ai giovani, per evitare problemi più grandi come morti e malattie gravi", ha aggiunto Marquez.

Il Comune di Bilbao ha affermato che fornire la carta fa parte di a schema pilota, e che potrebbe essere prorogato dopo l'analisi dei risultati della sua attuazione.

Articoli precedenti
Segretariato Evraзийской Сети Снижения Вреда уволился в знак протеста против незаконной смены руководства организа ции
pagina successiva
Trump ricatta la Colombia con il pretesto della guerra alla droga, afferma il presidente boliviano

Contenuti correlati