Una storia vera-2

Dopo pochi anni che fummo a Roma , nacque PIETRO, fu una gioia per tutti , io avevo già dodici anni  e mio fratello GIANNI nove. Abitavamo in un quartiere povero , fatto di gente povera , ma mio padre ci diceva che presto avremmo cambiato quartiere , e cosi’ fu’, la casa in cui andammo ad abitare in seguito, era situata sempre in un quartiere  povero ,ma era di nuova costruzione,ma anche troppo piccola per noi . PIERO, ormai era quello il suo nome , cresceva ma era alquanto taciturno , raramente sorrideva , giocava spesso da solo. Poi mia madre si ammalò , stette tanto tempo in ospedale , tanto che dovettero venire a Roma le sue sorelle a turno , dunque PIERO fu’ quello che secondo me , subì e soffrì  la mancanza di nostra madre . Quando tornò a casa mia madre , si portò dietro una profonda depressione , che non la abbandonò piu’, duro fino alla sua morte’ .