1. Casa
  2. Articoli
  3. I valori occidentali si scontrano con la tradizione spirituale dell'ayahuasca

I valori occidentali si scontrano con la tradizione spirituale dell'ayahuasca

Il fascino dell'ayahuasca nei media occidentali e l'aumento del turismo in America Latina ha portato alla commercializzazione della sostanza e all'indebolimento del suo uso spirituale all'interno delle culture tradizionali della regione.

L'ayahuasca è un'antica forma di medicina che contiene DMT (dimetiltriptamina), un potente allucinogeno trovato nelle viti amazzoniche che provoca visioni psichedeliche. L'ayahuasca è stata a lungo utilizzata in un contesto spirituale dalle tribù amazzoniche che credono che bere questa bevanda naturale possa indurre uno stato alterato di coscienza. Coloro che lo consumano, credono le tribù, sono visitati dagli spiriti amazzonici che possono espellere le energie negative e curare le malattie mentali, ma solo se sapientemente guidati dagli sciamani. La ricerca accademica ha svelato il potenziale dell'ayahuasca per trattamento del disturbo da stress post-traumatico, così come altri disturbi mentali – come Disturbo da dismorfismo corporeo e ansia.

La reputazione internazionale dell'ayahuasca come forma esoterica di trattamento è aumentata negli ultimi dieci anni, con documentari registrandone la storia e il potenziale per la psicoterapia. La sua esposizione è cresciuta con pezzi pubblicato da riviste di tendenza ed celebrità raccontando come l'ayahuasca abbia apparentemente trasformato le loro vite. Tuttavia, tale copertura mainstream spesso si concentra sull'effetto allucinatorio della sostanza, piuttosto che sulla sua capacità di offrire guarigione introspettiva all'interno delle cerimonie tradizionali.

Questa visibilità sempre più diffusa e internazionale ha portato a un boom del commercio di ayahuasca nella regione dell'Amazzonia settentrionale, ma si è discostato notevolmente dal suo uso tradizionale. Il professor Dennis McKenna, un etno-farmacologo, ha descritto la città di Iquitos nella foresta pluviale peruviana come “laselvaggio West”; un luogo in cui gli sciamani autodefiniti attirano i turisti dalle strade, vendendo intrugli di ciò che affermano di essere ayahuasca.

Questa popolarità si è rivelata fatale per alcuni visitatori. Gli sciamani tradizionali assicurano che coloro che sono suscettibili di danni derivanti dall'uso di ayahuasca - principalmente individui con determinati disturbi psicologici o cardiovascolari - evitino di usarla. Le vittime segnalate sono attribuite a dubbi sciamani che eseguono cerimonie con infusi di qualità sconosciuta; nel 2012, un giovane morì durante una cerimonia in Perù, e nel 2014, un backpacker britannico in Colombia è morto dopo una reazione allergica inaspettata agli ingredienti dell'ayahuasca. Lo era una ragazza tedesca picchiato e violentato a Iquitos dopo aver tentato di prendere l'ayahuasca, ma invece le è stata venduta un'altra droga che le ha causato confusione e perdita di memoria.

Questi decessi e feriti sono solo alcune delle conseguenze indesiderate della commercializzazione di una tradizione di guarigione spirituale. Uno sciamano affidabile e una birra sono essenziali per una cerimonia fruttuosa e terapeutica, anche in un ambiente ricreativo, poiché quest'ultimo innesca lo stato visionario mentale desiderato, mentre il primo può garantire la sicurezza e la guida dell'utente. La perdita di uno qualsiasi di questi due pilastri dell'esperienza psichedelica può mettere in pericolo mentalmente e fisicamente coloro che bevono ayahuasca.

L'uso spirituale dell'ayahuasca – un'esperienza criticamente introspettiva – non può essere commercializzato senza corrompere la sua essenza. Questo approccio occidentale e capitalista ha portato i falsi sciamani a manipolare il loro prodotto per comportarsi come potenti allucinogeni, in linea con le aspettative occidentali, piuttosto che come miscele curative.

Molti occidentali globalizzati presumono che possiamo immergerci senza sforzo in un'altra cultura, partecipandovi senza influenzarla. Ma il nostro desiderio di sperimentare le tradizioni e condividerle con il mondo può alterarne radicalmente l'essenza. Dobbiamo garantire che l'ayahuasca rimanga nel suo contesto tradizionale in modo che la sua identità culturale sia preservata. I veri sciamani comprendono che l'ayahuasca è una potente miscela enteogenica che può evocare entità divine che curano profondi disturbi spirituali; questa non è una sostanza che dovrebbe essere semplicemente confezionata e venduta.

Articoli precedenti
Ana Liffey Drug Project chiede al governo irlandese di assegnare un ministro della droga
pagina successiva
Divieto di "droghe legali" nel Regno Unito per reprimere duramente i detenuti

Contenuti correlati