1. Casa
  2. Articoli
  3. Cosa diciamo ai nostri figli sulla droga?

Cosa diciamo ai nostri figli sulla droga?

Sono anni ormai che studio la politica sulle droghe e sostengo la riforma della politica sulle droghe, quindi non mi aspettavo di essere così impreparato quando mi è stato chiesto: "Cosa diciamo ai nostri figli sulla droga?"

Questa domanda mi ha spinto a riflettere seriamente sulla questione e cercare di trovare una risposta esauriente. La breve risposta un po' vaga è "la verità", ma questo significa ignorare la vasta complessità emotiva della questione. I nostri figli sono individui intelligenti e complessi che assorbono una grande quantità di dati che definiscono le loro personalità attraverso varie interazioni sociali, coetanei e reti familiari.

Come genitori, dobbiamo rispettare l'intelligenza dei nostri figli e fidarci di loro per prendere decisioni sensate se armati delle giuste conoscenze e informazioni, per ridurre il potenziale danno a se stessi o ad altri coetanei nelle loro esperienze sociali. All'età di dieci anni, molti bambini sapranno cosa sono le droghe, dove trovarle, che aspetto hanno e soprattutto quali sono legali e illegali!

Sfortunatamente, dover spiegare questa differenza legale ai nostri figli toglie l'importante messaggio educativo che dovremmo dare loro.

In verità, ciò di cui c'è veramente bisogno sono programmi nazionali di educazione sulla droga incentrati principalmente su genitori e giovani adulti, insegnando loro i fatti sulle droghe più diffuse utilizzate nella nostra società e sui reali fattori di rischio posti dalle diverse sostanze. Senza dubbio, due droghe pericolose e potenzialmente dipendenti sono anche quelle con cui i nostri figli entrano regolarmente in contatto, perché in qualche modo ci siamo educati a credere che di queste le droghe sono sicure perché sono legali.

L'alcol e il tabacco sono ovviamente gli esempi evidenziati, e la confusione causata da questo presupposto fuorviante è senza dubbio un fattore delle migliaia di morti associate che si verificano ogni anno. Non denigrerò queste sostanze legali o coloro che le usano; Preferirei concentrarmi su uno di essi come buon esempio per il futuro processo decisionale.

Il consumo di sigarette è crollato in molti paesi occidentali negli ultimi dieci anni, in particolare tra i giovani. Merito soprattutto di accurate campagne di sensibilizzazione sui rischi per la salute, divieti di pubblicità, regole ferree sull'esposizione dei prodotti e divieti di consumo al chiuso. A sua volta, questo sta avendo un effetto reale nella riduzione delle malattie legate al tabacco. Un approccio simile dovrebbe essere adottato nei confronti di altre droghe, incluso l'alcol.

Molti paesi ora includono avvertenze sanitarie sui pacchetti di sigarette

Quindi, cosa diciamo ai nostri figli?

La cosa più importante che possiamo fare è insegnare ai nostri figli come si sviluppano il loro corpo e il loro cervello man mano che crescono. È importante che capiscano che il nostro cervello si sviluppa vigorosamente fino all'età di circa 18 anni e non finisce di farlo per diversi anni dopo. Durante questo periodo, i giovani sviluppano caratteristiche importanti come il sano benessere emotivo e l'empatia nelle situazioni sociali, affrontando contemporaneamente squilibri chimici confusi derivanti dalla pubertà.

In verità, i giovani dovrebbero evitare la maggior parte degli stimolanti e degli intossicanti durante questo periodo del loro sviluppo. Anche la caffeina, uno degli stimolanti più accettabili, può essere particolarmente dannosa per i bambini e creare dipendenza.

Dovremmo insegnare ai nostri figli a chiedere sempre quando sono curiosi e a non toccare mai le cose prima di aver capito cosa sono. Man mano che invecchiano, dovranno affrontare lo stesso tipo di situazioni, domande e offerte nei loro circoli sociali come abbiamo fatto noi nella nostra giovinezza e, come genitori, è nostra responsabilità educarli sufficientemente per proteggersi.

Per i genitori, questo significa rendersi sempre disponibili a tuo figlio, non importa quanto grandi o piccoli possano essere i suoi problemi, e incoraggiarlo a chiederti consiglio se gli viene mai offerto - o sta pensando di accettare - qualcosa di nuovo. È importante per noi genitori essere sufficientemente istruiti in modo da poter insegnare loro la differenza tra le sostanze, l'importanza della riduzione del danno e ciò che potremmo classificare come alternative più sicure o forme di consumo più sicure.

Possiamo essere genitori efficaci solo quando i nostri figli si fidano di noi. Il modo migliore e unico per raggiungere i nostri figli è dire loro la verità perché hanno bisogno di ascoltarla. Questo è ciò che dirò ai miei figli e sarò sicuro di dire loro: "Grazie per aver posto la domanda!"

 

* Stíofán Caomhanach è ricercatore e attivista e fondatore di Legalize Cannabis Ireland

Articoli precedenti
In Украине собирают подписи за легализацию медицинского каннабиса
pagina successiva
Organizzazione mondiale della sanità: riconoscere l'uso medico della cannabis

Contenuti correlati

Carta decriminalizzata delle sostanze stupefacenti nel mondo: Termini di intervento

Terminologia, использованная в интерактивной карте modello decriminale в мире, была разработана британской орга низацией Release, совместно с Международным Консорциумом по наркополитике…