1. Casa
  2. Articoli
  3. L'Ucraina amplia la terapia sostitutiva con oppiacei per ridurre l'HIV

L'Ucraina amplia la terapia sostitutiva con oppiacei per ridurre l'HIV

Il governo ucraino sta ampliando la portata del programma nazionale di terapia sostitutiva degli oppioidi (OST) finanziato dallo stato, uno strumento di riduzione del danno che riduce il rischio di overdose e trasmissione di malattie.

L'Ucraina ha fornito OST gratuita a circa 8,000 persone dall'inizio del 2017 e ora le autorità hanno reso il trattamento accessibile a un numero ancora maggiore di persone. A partire da quest'anno, l'Ucraina sta ora finanziando completamente OST per oltre 10,000 pazienti in 178 strutture sanitarie in tutto il paese - "un aumento di 100 volte del numero di pazienti OST in Ucraina dal 2005", secondo il Organizzazione Mondiale della Sanità (CHI).

L'OST prevede che le persone che usano oppioidi illeciti, come l'eroina, ricevano medicinali oppioidi prescritti, come metadone o buprenorfina, per la somministrazione in contesti clinici supervisionati. OST è un metodo di riduzione del danno per le persone che usano oppioidi; a causa della natura sterile e clinica delle disposizioni sugli oppioidi, l'OST riduce il rischio di overdose delle persone e riduce la trasmissione di malattie infettive, come l'epatite C e l'HIV. Offre inoltre ai pazienti l'opportunità di interagire con i servizi sanitari correlati: per alcune persone, questa potrebbe essere l'unica interazione regolare con un professionista della salute. Per i pazienti che smettono di usare oppioidi illegali al di fuori della loro terapia, OST significa che potrebbero non dover più impegnarsi del tutto con il mercato illegale.

Programmi pilota OST è iniziato per la prima volta in Ucraina nel 2004, ed è cresciuta in prevalenza negli anni successivi. Prima del 2017, i programmi OST dell'Ucraina erano finanziati principalmente dal Fondo globale per combattere l'AIDS, la tubercolosi e la malaria, ma un aumento della situazione reddituale del paese nel 2016 ha comportato un calo dei finanziamenti da parte del Fondo globale. Questa modifica dei contributi finanziari ha portato il governo a impegnarsi a sostenere questa misura di riduzione del danno scegliendo di finanziare interamente l'iniziativa, TalkingDrugs ha precedentemente riferito.

Secondo i dati del 2015 dell'ente di beneficenza internazionale per l'HIV e l'AIDS Evitare, circa l'1 per cento della popolazione adulta dell'Ucraina – ovvero 346,000 persone – si inietta droghe. Vedendo come quasi un quarto delle nuove infezioni da HIV in Ucraina sono causate dall'uso di droghe per via parenterale, spesso attraverso l'uso di aghi non sterili in contesti non clinici: la necessità di OST è ampiamente chiara agli esperti sanitari. La recente decisione del governo di ampliare l'accesso all'OST ha, quindi, ottenuto elogi da parte degli esperti sanitari per aver contrastato i potenziali danni dell'uso di droghe e delle malattie infettive.

Martin Donoghoe, consulente senior su tubercolosi, HIV ed epatite virale presso l'ufficio ucraino dell'OMS a Kiev, ha descritto questo sviluppo come “un'importante pietra miliare per la salute pubblica in Ucraina. L'OMS e i partner collaborano da molti anni con il governo per vedere finalmente l'OST accettata e sostenuta finanziariamente. Ciò dimostra che l'Ucraina è pienamente impegnata a rispondere all'HIV".

Il sostegno del governo a questa misura è stato accolto anche con il sostegno dei pazienti che utilizzano OST.

“OST mi ha salvato la vita. Mi ha riportato alla mia famiglia, ho sposato la mia ragazza e stiamo progettando di avere dei figli", Anton Basenko, un paziente ucraino di OST, descritta. "L'OST mi ha reso quello che sono, un dipendente di un'organizzazione internazionale e un rappresentante della comunità di persone che iniettano droghe e pazienti OST presso il Consiglio nazionale per la lotta alla tubercolosi e all'HIV/AIDS"

“Non dobbiamo dimenticare che tutte queste vite sono state salvate grazie al sostegno finanziario di donatori internazionali. Tuttavia, questo finanziamento non può essere fornito per sempre e, senza il sostegno dello Stato, tutte queste persone sono condannate”.

Mentre le persone nella maggior parte dell'Ucraina possono beneficiare del sostegno finanziario del governo per l'OST, lo stesso non si può dire per coloro che vivono in Crimea. La penisola di Crimea, riconosciuta dalla maggior parte dei paesi come territorio ucraino, è stata rilevata dallo stato russo nel 2014. Secondo la legge russa, l'OST è illegale, il che significa che a circa 800 pazienti che avevano avuto accesso a questo trattamento per anni è stato improvvisamente negato l'accesso. Sebbene sia difficile accertare fino a che punto questo cambiamento abbia colpito le persone che si iniettano droghe nella regione, è così indubbiamente contribuito ai morti.

Articoli precedenti
Cannabis medica in Macedonia – рост спроса и анализ законодательства
pagina successiva
US Corp incassa mentre il Lesotho diventa il primo paese africano a legalizzare la coltivazione della cannabis

Contenuti correlati