1. Casa
  2. Articoli
  3. L'Ucraina finanzierà completamente la terapia sostitutiva con oppiacei

L'Ucraina finanzierà completamente la terapia sostitutiva con oppiacei

Il governo dell'Ucraina finanzierà completamente un programma di terapia sostitutiva degli oppioidi (OST) per le persone con uso di droghe ad alto rischio.

A partire dal 2017, il bilancio statale assegnerà $ 500,000 all'anno per la fornitura OST gratuito a 8,000 persone che si iniettano oppioidi. Il programma sarà rivolto alle persone che fanno uso di eroina, nonché a coloro che utilizzano sostituti dell'eroina fatti in casa prodotti a basso costo con prodotti farmaceutici acquistati legalmente.

OST è disponibile in Ucraina da 12 anni e lo è finanziato dal Fondo globale per combattere l'AIDS, la tubercolosi e la malaria. Tuttavia, a causa del recente dell'Ucraina aumento della condizione reddituale, il Fondo globale prevede di dimezzare le proprie donazioni al Paese, costringendo l'intervento del governo.

Uno degli obiettivi del programma è ridurre il numero di nuove infezioni da HIV trasmesse da persone che usano aghi non sterili per iniettare droghe. Il programma OST fornirà compresse ingeribili, come la buprenorfina, o sostituti bevibili, come metadone liquido, per ridurre gli effetti dell'astinenza da oppiacei. Sono inoltre forniti supporto quotidiano e consulenza.

Il Stime dell'UNODC che tra lo 0.88 e l'1.22 per cento della popolazione (15-64 anni) fa uso di droghe, mentre circa uno su cinque le persone di età superiore ai 25 anni che si iniettano droghe hanno l'HIV. Secondo un rapporto 2013 dal Ministero della Salute ucraino, il 45 per cento della stima A 290,000 persone con l'HIV nel paese è stato infettato dal virus iniettando droghe.

Il programma OST mira anche a combattere la diffusione di altri virus a trasmissione ematica, come l'epatite C, che circa 1.17 milioni persone, o il tre per cento della popolazione, sono state infettate.

La diffusione di malattie infettive tra le persone che si iniettano droghe può essere ridotta anche dai programmi per aghi e siringhe (NSP), di cui esistono 1,667 in Ucraina. Tuttavia, solo una stima 10 per cento delle persone che si iniettano droghe accedono ai NSP.

Negli ultimi anni il Fondo globale si è ritirato da altri paesi dell'Europa orientale, ma i governi non sempre hanno accettato i finanziamenti. Nel 2010, un aumento dello stato di reddito della Romania ha portato il Fondo sanitario a ritirare i fondi dai servizi per l'HIV del paese. Il tasso nazionale di infezione da HIV tra le persone che si iniettano droghe è quindi aumentato da tre per cento al 29 per cento tra tre anni.

Nonostante l'impegno del governo, la riduzione dei finanziamenti non governativi per i servizi di riduzione del danno è una decisione potenzialmente pericolosa. Tuttavia, il governo ha affrontato le preoccupazioni di coloro che temono che i servizi di riduzione del danno vengano indeboliti.

Pavlo Rozenko, vicepresidente dell'Ucraina, sì detto che la mossa del governo è una “scelta ideologica. Non è solo a causa degli obblighi internazionali dell'Ucraina. Lo facciamo principalmente per quelle persone che si trovano ad affrontare queste gravi malattie e hanno bisogno del nostro aiuto”. Parole incoraggianti per gli attivisti ucraini per la riduzione del danno e per le persone che fanno uso di droghe.

Articoli precedenti
Un passo avanti, due indietro nella politica antidroga dell'Argentina?
pagina successiva
Il documentario mostra il potere di riduzione del danno in Kirghizistan

Contenuti correlati