1. Casa
  2. Articoli
  3. Non ritardare: implementare la legalizzazione della marijuana in California

Non ritardare: implementare la legalizzazione della marijuana in California

Puntuale e intatta attuazione della Proposition 64 della California, il Legge sull'uso da parte degli adulti della marijuana, è fondamentale per realizzare i benefici della legalizzazione e ridurre i danni derivanti da decenni di proibizione che hanno portato all'incarcerazione di massa e alla criminalizzazione di persone di colore a basso reddito e che hanno completamente fallito nel proteggere la salute pubblica e la sicurezza pubblica.

È urgente un'efficace attuazione della Prop. 64. Mentre la Prop. 64 ha legalizzato il possesso e il consumo di prodotti a base di cannabis per adulti dai 21 anni in su, non esiste ancora alcuna fonte legale per ottenerlo, ad eccezione dei pazienti con raccomandazione di un medico, o crescere in casa (sei piante per famiglia).

Questo pezzo di opinione è stato pubblicato per la prima volta dal Alleanza politica dei farmaci. Puoi leggere l'originale qui.

Non ci dovrebbero essere ritardi nella creazione di un sistema che garantisca ai consumatori della California l'accesso a prodotti privi di contaminanti, chiaramente etichettati per la potenza e che rechino etichette di avvertenza e confezioni a prova di bambino come richiesto dall'iniziativa degli elettori. Inoltre, è urgente iniziare la tassazione dei prodotti a base di cannabis per pagare il reinvestimento della comunità, la prevenzione della droga e il trattamento dei disturbi da uso di sostanze, la programmazione per i giovani, la sicurezza stradale, il risanamento ambientale, la protezione dei consumatori e altri servizi di vitale importanza, che riceveranno tutti un collettivo di $ 1 miliardo all'anno una volta che la licenza sarà completamente implementata.

Qualsiasi tentativo di annullare le riforme delle sentenze, di creare nuove forme di discriminazione o sanzioni aggiuntive per attività che ora sono legali, di limitare il reinvestimento della comunità o di creare barriere alla partecipazione economica di persone con un capitale limitato o precedenti penali minerebbe il equità di base della Prop. 64, e rafforzare il razzismo storico e istituzionale della guerra alla droga.

È deludente vedere molti nella legislatura dello stato della California prendere provvedimenti per fare proprio questo. I dati federali e statali dimostrano che bianchi, latini e neri vendono e usano droghe a tassi simili, ma che i neri e i latini hanno sopportato il peso maggiore dell'arresto, dell'accusa, dell'incarcerazione e delle conseguenze collaterali a vita delle condanne per crimini, compresi i limiti legali sulla licenza e proprietà in vari campi. L'attuazione della Prop. 64 deve evitare un'ulteriore codificazione di queste forme di razzismo istituzionale.

Mentre il potere si impadronisce delle disposizioni normative e le lotte alimentari per le entrate derivano a Sacramento, DPA continuerà a insistere affinché la Prop. 64 sia implementata come scritto e richiesto da un ampio margine di elettori della California. DPA sta lavorando per garantire un quadro inclusivo che apra l'accesso alle donne e alle comunità di colore, comprese licenze a prezzi accessibili per le microimprese e le piccole imprese, pari opportunità di licenza per le persone con precedenti condanne per droga, prevenendo nuove forme di discriminazione e sanzioni associate alla legalizzazione attività, e immediata attuazione delle disposizioni di riduzione della pena, sia retroattivamente che nell'attuale prassi di contrasto.

Rimaniamo anche profondamente preoccupati per il superamento delle ordinanze locali, molte delle quali vietano apertamente l'attività commerciale - cosa che possono fare legalmente, oltre a limitare severamente il diritto alla coltivazione domestica - che è legalmente più sfumato. Riteniamo che gli sforzi per assegnare tasse di registrazione elevate per pianta e richiedere agli ispettori di visitare regolarmente la tua casa per "ispezionare" le tue piante e l'area di coltivazione sia una violazione dei diritti fondamentali alla privacy e delle libertà civili. Ci aspettiamo di vedere quelle città in tribunale.

E forse la cosa più spaventosa è che ora dobbiamo proteggere la Prop. 64 dall'intervento federale e continuare a proteggere l'accesso dei pazienti alla marijuana medica. DPA sta lavorando con i legislatori per approvare un disegno di legge per proteggere i californiani che operano legalmente secondo le nostre leggi statali, prevedendo che in assenza di un ordine del tribunale, le agenzie locali e statali, comprese le autorità di regolamentazione e le forze dell'ordine, non debbano assistere in alcuna applicazione federale contro i medici autorizzati dallo stato cannabis o attività di marijuana commerciale o non commerciale.

La precedente amministrazione federale ha assicurato che se la California avesse sviluppato un solido sistema di regolamentazione e applicazione per l'uso medico o personale di marijuana da parte di adulti, i residenti della California che rispettassero le leggi e i regolamenti statali avrebbero avuto una ragionevole aspettativa di non essere soggetti a molestie, arresti o incarcerazione da parte del governo federale. comunque, il la nuova amministrazione ha dato segnali contrastanti sulle priorità di applicazione, ma ha chiarito che non vogliono porre fine alla proibizione della marijuana.

La buona notizia è che le riduzioni delle sanzioni penali entrate in vigore il 9 novembre 2016 vengono applicate a tutti i nuovi casi in arrivo nei tribunali di tutto lo stato. E nella contea di Los Angeles, l'ufficio del difensore pubblico ha già identificato oltre 200 persone idonee a subire una nuova condanna per l'accusa di marijuana, e la DPA ha collaborato con l'organizzazione della comunità per tenere cliniche legali per le persone precedentemente incarcerate per ottenere la modifica dei loro registri. Guide dettagliate e informazioni sulla riclassificazione dei record e sulla nuova sentenza sono disponibili all'indirizzo www.myprop64.org.

Il lavoro per porre fine al proibizionismo e ai suoi effetti disastrosi sulle nostre comunità non si è concluso lo scorso novembre. L'implementazione della Prop. 64 è incredibilmente impegnativa, complessa e impegnativa. Ci auguriamo che i quasi otto milioni di californiani che hanno votato #Yeson64 e i nostri alleati in tutta la nazione siano pronti a stare con noi per proteggere e difendere la nostra vittoria.

Articoli precedenti
I membri di Hezbollah lanciano la repressione della droga a Beirut
pagina successiva
Снижение вреда в регионе ВЕЦА: революция длиною в 20 let

Contenuti correlati