1. Casa
  2. Articoli
  3. Singapore riavvia le esecuzioni per droga entro pochi giorni dall'approvazione di Trump

Singapore riavvia le esecuzioni per droga entro pochi giorni dall'approvazione di Trump

Un uomo è stato giustiziato e un altro rischia l'imminente esecuzione per reati di droga a Singapore, pochi giorni dopo che il presidente Trump ha approvato l'esecuzione nel paese di persone per traffico di droga.

Alla fine di febbraio, a Funzionario della Casa Bianca ha descritto la politica sulle droghe di Singapore come "l'approccio olistico che si avvicina a ciò che questa Casa Bianca sta cercando di fare", e ha affermato che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è interessato a che il suo paese adotti l'approccio di Singapore di giustiziare persone per determinati reati di droga. In pochi giorni, un uomo ghanese di 39 anni Billy Agbozo è stato improvvisamente impiccato a Singapore per aver importato illegalmente metanfetamine nel paese. Questo era del paese prima esecuzione per un reato di droga dal luglio 2017.

Il 10 marzo, in un discorso molto pubblicizzato, il presidente Trump ha descritto una conversazione con il presidente di Singapore. "Ha detto 'Abbiamo una politica di tolleranza zero. Ciò significa che se catturiamo uno spacciatore, la pena di morte'" disse tra gli applausi, "E loro [Singapore] non hanno problemi".

Solo due giorni dopo, le autorità di Singapore disse alla famiglia del 54enne Hishamrudin Bin Mohd che la sua esecuzione per aver fornito eroina sarebbe avvenuta tra quattro giorni, venerdì 16 marzo. Bin Mohd è stato condannato nel luglio 2016, ma non è mai stata fissata una data di esecuzione, fornendo a lui e alla sua famiglia la speranza che potesse appellarsi con successo alla sentenza o ottenere la grazia. Non sono chiare le ragioni per cui il governo di Singapore ha deciso improvvisamente di giustiziare lui e Billy Agbozo, ma il sostegno del presidente degli Stati Uniti potrebbe aver avuto un ruolo.

Singapore ha alcune delle leggi sulla droga più severe al mondo. Ai sensi dell'articolo 17 del paese Legge sull'abuso di droghe, chiunque sia trovato in possesso di un quantitativo di eroina superiore ai due grammi “si presume che abbia detenuto tale sostanza a scopo di spaccio”. Unità 2 della legge stabilisce che il traffico di oltre 15 grammi di eroina deve essere punito con l'a obbligatorio condanna a morte.

I giudici hanno la discrezionalità di non imporre la condanna a morte per tali reati, ma solo a determinate condizioni delineate nella legge Sezione 33B. I giudici possono invece imporre l'ergastolo, ma solo se il tribunale ritiene che la persona agisse da corriere (piuttosto che avere un coinvolgimento più profondo con il traffico di droga), se la persona "ha sostanzialmente assistito l'Ufficio centrale degli stupefacenti nell'interrompere le attività di traffico", o se la persona soffriva di una "anomalia mentale" che ne comprometteva la responsabilità mentale.

Nel caso di Hishamrudin Bin Mohd, che è stato trovato con un totale di 38.5 grammi di eroina nella sua auto e nella sua casa, la pena di morte è stata inflitta in via obbligatoria – senza discrezionalità giudiziaria – perché non ha affermato di avere menomazioni mentali, ed è stato dimostrato che aveva aveva un ruolo potenzialmente redditizio che andava oltre quello di un corriere. Invece, Bin Mohd aveva ha contestato le accuse dei pubblici ministeri, e ha affermato di essere stato incastrato dalle autorità. Ha sostenuto che gli agenti di polizia lo hanno aggredito, che le prove sono state manomesse e che l'eroina nella sua auto è stata piazzata da qualcun altro. Il giudice non ha accettato le sue argomentazioni e lo ha condannato all'impiccagione nella famigerata prigione di Changi.

Amnesty International ha ha invitato il governo di Singapore per "interrompere immediatamente i piani per eseguire l'esecuzione di Hishamrudin Bin Mohd ... [e per] stabilire una moratoria ufficiale sulle esecuzioni". Come riportato in precedenza da TalkingDrugs, Singapore lo è uno dei cinque paesi che continuano a giustiziare regolarmente persone per reati di droga, nonostante questa sia una violazione del diritto internazionale.

Articoli precedenti
Nell'UE Per primi, i Paesi Bassi proveranno la coltivazione ricreativa della cannabis
pagina successiva
La Spagna arresta il presunto boss della droga colombiano nascosto sotto i riflettori

Contenuti correlati