1. Casa
  2. Articoli
  3. Crack Pipes & Dog Whistles - Dietro la copertura mediatica razzista della riduzione del danno negli Stati Uniti

Crack Pipes & Dog Whistles - Dietro la copertura mediatica razzista della riduzione del danno negli Stati Uniti

As le overdose mortali continuano ad aumentare in mezzo alla pandemia, c'è una crescente accettazione della riduzione del danno e della sua necessità tra il pubblico in generale. Sempre più persone stanno abbandonando la mentalità dell'astinenza, comprendendo che le persone che fanno uso di droghe hanno bisogno di supporto e servizi compassionevoli e su misura per incontrarle dove si trovano, in modo che possano prendere decisioni informate e più sicure. Ad esempio, quando la città di New York ha recentemente aperto i primi centri per la prevenzione delle overdose della nazione, è stata ampiamente coperta media mainstream che questo approccio di riduzione del danno stava chiaramente salvando vite umane.

Tuttavia, c'è ancora molta strada da fare.

Persistono narrazioni imprecise e dannose sulla riduzione del danno. Un esempio recente è stata la risposta all'annuncio del Dipartimento della salute e dei servizi umani di una sovvenzione federale per i programmi locali di riduzione del danno. I media, in particolare i media di orientamento conservatore, ingannevolmente affermato il governo stava distribuendo "30 milioni di dollari per tubi di crack". Personaggi politici conservatori si sono avventati su questa notizia, minacciando di negare il loro sostegno ad altri progetti di finanziamento del governo se fosse stato fornito l'armamentario per fumare. Di conseguenza, il Dipartimento della salute e dei servizi umani rilasciato una dichiarazione in cui si afferma che i fondi non sarebbero stati utilizzati per tali scopi, mettendo un ultimo chiodo nella bara per la fornitura di questo pezzo di questo ben evidenziato materiale per la riduzione del danno.

Questo linguaggio è sfacciato razzismo con il fischietto per cani. Politica del fischietto per cani è l'uso del linguaggio in codice per inviare un messaggio progettato per essere compreso da un pubblico target, ma non dalla popolazione in generale, in questo caso, per spingere narrazioni razziste e peggiorative sull'uso di droghe.

Uno dei membri di LESHRC Reilly Glasgow. Foto: David Nager/Alleanza

 

Ricerca su kit per fumatori più sicuri mostra che minimizzano l'iniezione e riducono il rischio di trasmissione dell'HIV, tuttavia l'inquadratura di questo strumento di riduzione del danno da parte dei media aveva lo scopo di alimentare paura e incomprensioni. La scelta dei media e della leadership conservatrice di concentrarsi sulle pipe da crack - parole che non compaiono nemmeno nei documenti di finanziamento - travisa la tattica di distribuire kit per fumatori più sicuri e rafforza le idee razziste. Questi tattiche di inquadratura diventare ancora più esplicitamente razzista quando i media usano immagini di corpi neri e indicano direttamente che questi servizi saranno implementati nelle comunità nere.

Questa narrazione errata si basa sull'idea sbagliata che i neri americani usino cocaina crack a tassi più alti rispetto ai bianchi americani. In effetti, i dati del 2020 della Substance Abuse and Mental Health Services Administration sull'uso di droghe in America spettacoli che i bianchi americani usano la cocaina crack a tassi più alti rispetto ai neri americani.

It is vero che i neri americani sono influenzati in modo sproporzionato dalle leggi sulle condanne per cocaina crack e dalle politiche razziste sulla droga derivanti dalla guerra alla droga. L'Anti-Drug Abuse Act del 1986 ha emanato nuove condanne minime obbligatorie, comprese pene sproporzionatamente lunghe per cocaina crack rispetto alla cocaina in polvere che sono state condannato da esperti di politica sulle droghe. Secondo l'ACLU, prima dell'emanazione della pena minima obbligatoria federale, la condanna federale media per droga per i neri americani era dell'11% superiore a quella per i bianchi. Quattro anni dopo l'emanazione, la condanna federale media per droga per i neri americani era del 49% più alta.

Le conseguenze si fanno ancora sentire oggi nel nostro sistema di giustizia penale che criminalizza e incarcera in modo sproporzionato le persone di colore, una disuguaglianza che è ripetuto attraverso il mondo. La scelta del linguaggio e l'inquadramento della riduzione del danno hanno implicazioni potenti: la narrativa dei media e l'attenzione ai "tubi del crack" hanno solo rafforzato le disuguaglianze sistemiche.

È tempo di porre fine allo stereotipo razzista dannoso dei consumatori di cocaina black crack. Alla fine della giornata, non è importante chi usa quali sostanze. Le persone che fanno uso di droghe meritano di farlo in sicurezza e con dignità, indipendentemente dalla loro razza o etnia e dalla sostanza che stanno usando.

Centro per la riduzione del danno del Lower East Side (LES) dell'Alleanza per il cambiamento positivo consente alle persone di stare al sicuro quando fanno uso di droghe offrendo accesso e scambi gratuiti di siringhe, formazione sulla prevenzione delle overdose e gruppi di supporto. Puoi seguirli su Twitter, Instagram or Facebook

Articoli precedenti
I consumatori di oppiacei dell'Ucraina: l'invasione russa ha gravemente interrotto l'accesso ai servizi di trattamento della droga
pagina successiva
Riduzione del danno e liberazione per i tossicodipendenti trans neri in Brasile

Contenuti correlati