1. Casa
  2. Articoli
  3. I decessi correlati alla droga nel Regno Unito aumentano mentre Westminster respinge le richieste di riduzione del danno scozzese

I decessi correlati alla droga nel Regno Unito aumentano mentre Westminster respinge le richieste di riduzione del danno scozzese

In tutto il Regno Unito, rapporti recenti mostrano che i decessi correlati alla droga continuano ad aumentare, raggiungendo un livello record. Rispetto ai rapporti del 2019, i decessi correlati alla droga hanno continuato ad aumentare in tutte le nazioni, con la Scozia che ha riportato la percentuale più alta di decessi. In un discorso di emergenza al Parlamento, un ministro scozzese ha chiesto l'implementazione di stanze sicure per il consumo di droga come strutture per la riduzione del danno.

 

Le stanze per il consumo di droga (DCR) sono ambienti sicuri in cui le persone possono autosomministrarsi droghe. Agendo come strutture per la riduzione del danno, i DCR danno alle persone l'accesso ad attrezzature sterili e consentono alle persone di assumere droghe sotto la supervisione di professionisti medici. Nel novembre 2016, Denunciati i farmaci parlanti i benefici dei DCR in quanto salvano vite umane riducendo il numero di overdose fatali e la diffusione di malattie. Inoltre, molti altri vantaggi aggiuntivi, anche per le persone che non fanno uso di droghe. Come ridurre il numero di aghi scartati che si trovano per le strade che rappresentano un potenziale pericolo pubblico. Sebbene questo sia stato un argomento controverso per il Regno Unito, altri paesi hanno implementato con successo e beneficiato dell'uso dei DCR.

I rapporti mostrano che in Inghilterra e Galles i decessi correlati alla droga sono aumentati del 3.8% dal 2019, con un leader 5% aumento in Scozia. Con l'effetto della pandemia sul consumo di droga ancora incerto, le statistiche continuano a seguire la tendenza di un'inclinazione annuale dei decessi correlati alla droga nel Regno Unito. Nel tentativo di aiutare ad affrontare la crisi di morte correlata alla droga della nazione, il ministro scozzese per la politica sulle droghe Angela Constance ha supplicato Westminster, sottolineando la necessità di strutture per la riduzione del danno. Questo motivo è stato respinto.

Notizie BBC riportate sulla storia, spiegando che Constance descrive la situazione attuale come "straziante", rafforzando ulteriormente l'idea che i DCR salvano vite umane e hanno il sostegno di professionisti medici senior. L'articolo prosegue riportando che quando i ministri scozzesi hanno cercato di implementare queste strutture, sono stati bloccati da barriere legali. Ciò è dovuto al fatto che la legislazione sulla droga e il potere di decidere come emanare il Misuse of Drugs Act sono riservati a Westminster.

Alla domanda sulla situazione, il primo ministro Boris Johnson lo è detto citando che "non è favorevole all'incoraggiamento delle persone ad assumere droghe" e che è "istintivamente" contrario ai DCR. Ciò implica quindi che non sosterrebbe l'introduzione di DCR come strutture per la riduzione del danno, nonostante l'evidenza dei loro benefici. Ha continuato suggerendo che i ministri scozzesi dovrebbero seguire un "approccio duro" e aderire Progetto ADDER invece, un programma governativo da 148 milioni di sterline che mira a contrastare l'abuso di droga e la criminalità legata alla droga.

In passato, questi programmi finanziati dal governo sono noti per avere un approccio "duro" all'abuso di droghe, vedendo la situazione come un problema legato alla legge invece che alla salute. Ciò ha avuto un effetto duraturo e dannoso, criminalizzando le persone che fanno uso di droghe o lottano contro la dipendenza, portando nella maggior parte dei casi a recidive.

La Scozia è pronta a sfidare Westminster implementando l'uso dei DCR, come lo è il ministro della politica sulle droghe Constance detto citando che il loro governo è "impegnato ad attuare tali [DCR], indipendentemente dalle opportunità costituzionali o dai vincoli costituzionali che dobbiamo affrontare". Peter Krykant, un sostenitore della politica sulle droghe, ha già iniziato ad agire sfidando le politiche attuali e avviando il primo DCR del Regno Unito da un'ambulanza mobile. Nonostante non abbia un quadro legale in cui operare, Peter gestisce il servizio di prevenzione delle overdose a Glasgow. In quanto individuo che ha vissuto senzatetto e traumi legati alla droga, comprende la necessità cruciale di un cambiamento nella politica.

Sebbene sia positivo che il Primo Ministro abbia riconosciuto l'aumento dei decessi nazionali correlati alla droga, il suo approccio non affronta l'attuale stato di emergenza all'interno della crisi dei decessi correlati alla droga. Il governo conservatore del Regno Unito ha ripetutamente preso a approccio a tolleranza zero all'abuso di droghe nel corso degli anni. Se questo approccio fosse efficace, allora sicuramente ci sarebbero già state prove di una diminuzione dei decessi e dell'uso improprio correlati alla droga; tuttavia le statistiche mostrano il contrario. Ciò pone la questione di quanto deve aumentare il bilancio delle vittime prima che Boris Johnson e quelli di Westminster ascoltino le prove e approvino l'uso di strutture salvavita per la riduzione del danno.

Articoli precedenti
Il governo rivela il suo "Piano per sconfiggere il crimine" per l'Inghilterra e il Galles
pagina successiva
L'Ecuador compie passi da gigante verso la legalizzazione della cannabis

Contenuti correlati