1. Casa
  2. Articoli
  3. 29 paesi. 49 modelli di depenalizzazione della droga. Un pratico strumento web.

29 paesi. 49 modelli di depenalizzazione della droga. Un pratico strumento web.

Un nuovo strumento web lanciato questo mese mostra che 49 paesi e giurisdizioni in tutto il mondo hanno adottato una qualche forma di depenalizzazione per l'uso e il possesso di droghe per uso personale. Gli esperti affermano che il numero di giurisdizioni che si rivolgono a questa opzione politica è destinato ad aumentare nei prossimi anni.

 

gennaio 2020 – 'Depenalizzazione della droga nel mondo', una mappa interattiva sviluppata da Talking Drugs, Release e dall'International Drug Policy Consortium (IDPC), offre una panoramica dei diversi modelli di depenalizzazione – e del loro livello di efficacia – adottati in tutto il mondo. Per assistenza con la terminologia, controlla il nostro Glossario Decrim

Ventinove paesi (o 49 giurisdizioni) hanno adottato questo approccio riconoscendo che la criminalizzazione delle persone che fanno uso di droghe è una politica fallimentare, che prende di mira in modo sproporzionato le persone che vivono in povertà, le persone di colore e i giovani, e causa danni incalcolabili.

Se implementata in modo efficace, la depenalizzazione può contribuire a migliorare i risultati sanitari, sociali ed economici per le persone che fanno uso di droghe e le loro comunità, nonché a ridurre la spesa per la giustizia penale e la recidiva. Inoltre, non ci sono prove che il consumo di droga aumenti con questo modello o che diminuirebbe se fosse criminalizzato. La depenalizzazione non è un'opzione politica "morbida": è l'approccio intelligente alla riduzione dei danni per gli individui e la società. 

I maggiori danni causati dalla cosiddetta "guerra alla droga" sono stati ora ampiamente riconosciuti: una persona su cinque è incarcerata per reati di droga a livello globale; più di mezzo milione di morti prevenibili per overdose, HIV, epatite C e tubercolosi solo nel 2016; e gravi violazioni dei diritti umani tra cui detenzioni arbitrarie, esecuzioni ed esecuzioni extragiudiziali. Mentre questa orribile situazione peggiora di anno in anno, la portata del mercato delle droghe illecite e la prevalenza del consumo di droga continuano a salire, almeno secondo l'ultima panoramica globale dell'Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine da 2019

Sebbene non esista una pallottola d'argento per affrontare 100 anni di politiche punitive sulla droga, rimuovere le sanzioni penali per le attività associate al consumo di droga è un passo necessario nella giusta direzione.

 

 

Niamh Eastwood, direttore esecutivo di Release, ha dichiarato: “Ciò che volevamo davvero mostrare qui è il numero e la diversità dei modelli di depenalizzazione esistenti adottati in tutto il mondo e quale sia il reale impatto sul campo in termini di salute, diritti umani, giustizia penale e giustizia sociale”.

Ann Fordham, direttore esecutivo di IDPC, ha dichiarato: “In Portogallo, la depenalizzazione ha ridotto significativamente i rischi e i danni per la salute. Ma non è così ovunque. In Russia e in Messico, modelli mal progettati hanno esacerbato i tassi di incarcerazione e l'esclusione sociale. Quando progettano modelli di depenalizzazione, i governi devono esaminare attentamente le prove di ciò che funziona e cosa non funziona per garantire il successo”.

Imani Robinson, redattore di TalkingDrugs, ha dichiarato: “L'elemento più utile di questa mappa interattiva è che evidenzia l'impatto della depenalizzazione per le comunità sul campo. Molti modelli consentono la liberazione delle persone che fanno uso di droghe attraverso un ampio impegno per maggiori guadagni sanitari e sociali in generale e un'enfasi sulla fornitura di istruzione e servizi per la riduzione del danno; altri non ottengono gli stessi risultati. La politica sulle droghe intelligenti non è la depenalizzazione con qualsiasi mezzo necessario, è la depenalizzazione fatta bene.

 

*******

Per ulteriori informazioni, si prega di contatti:

Imani Robinson

TalkingDrugs / Rilascio

E-mail: imani@release.org.uk

Telefono: + 44 (0) 20 7324 2978

Juan Fernández Ochoa

Consorzio internazionale per la politica sulla droga (IDPC)

E-mail: jfernandez@idpc.net   

Telefono: + 44 (0) 7551 212183

*******

 

"Depenalizzazione nel mondo" è una mappa interattiva che fornisce una panoramica dei modelli di depenalizzazione adottati in 30 paesi (o 51 giurisdizioni) in tutto il mondo, offrendo approfondimenti sulle leggi sulla depenalizzazione, la loro attuazione e il loro impatto. La mappa è disponibile qui: https://www.talkingdrugs.org/drug-decriminalisation

A proposito di droghe parlanti: TalkingDrugs è una delle poche piattaforme online dedicate a fornire notizie e analisi esclusive sulla politica in materia di droga, la riduzione del danno e questioni correlate in tutto il mondo. Forniamo una copertura geograficamente diversificata di queste importanti questioni, con un livello di competenza sull'argomento che spesso manca nei media mainstream. www.talkingdrugs.org/about

A proposito di rilascio: Release è il centro di competenza del Regno Unito in materia di droga e legge sulle droghe. Attraverso i nostri servizi, il team fornisce gratuitamente consulenza specialistica e non giudicante e informazioni al pubblico e ai professionisti su questioni relative al consumo di droga e alle leggi sulla droga. http://www.release.org.uk

A proposito di IDPC: IDPC è una rete globale di organizzazioni non governative specializzate in questioni relative alla produzione e all'uso illegale di droghe. L'IDPC mira a promuovere un dibattito obiettivo e aperto sull'efficacia, l'orientamento e il contenuto delle politiche sulla droga a livello nazionale e internazionale e sostiene politiche basate sull'evidenza che siano efficaci nel ridurre i danni correlati alla droga. www.idpc.net

 

Articoli precedenti
Codice etico per i giornalisti: come fare una ricerca sugli stupefacenti
pagina successiva
Gli alti e bassi del commercio di oppio nell'Africa meridionale

Contenuti correlati