1. Casa
  2. Articoli
  3. Futuro Coca: immaginare un nuovo futuro per la coca in Colombia

Futuro Coca: immaginare un nuovo futuro per la coca in Colombia

Foto di Estefanny Moreno.

La prima edizione del Futuro Coca festival si è svolto a Bogotá, in Colombia, il 31 luglio. L'evento ha riunito diverse persone provenienti da tutto il mondo della coca, con l'obiettivo di farlo educare le persone sulla pianta e i suoi usi e, in definitiva, ridurre lo stigma che la pianta e il paese attualmente portano con sé. Il festival è stato un invito a riflettere su come il proibizionismo abbia danneggiato le comunità e a immaginare possibili alternative per il futuro della coca. Ha messo in luce le potenzialità della pianta in tanti ambiti diversi, dall'alimentare alla moda; ha anche incoraggiato i partecipanti a immergersi in profondità in una pianta che ha così tanto da offrire, ma che è stata così fraintesa per decenni.

Ingresso al Futuro Coca Festival. Foto di Estefanny Moreno.

 

La stigmatizzazione della pianta di coca iniziò prima che la cocaina venisse prodotta, quando le istituzioni coloniali iniziarono a proibirla per sradicare le credenze indigene. per chi è stato ed è tuttora, una pianta di potere centrale nella loro cultura e cosmovisione. Tuttavia, la guerra alla droga guidata dagli americani è ciò che ha portato al fenomeno della produzione di cocaina e del traffico transnazionale, dove la pianta della coca ha cominciato ad essere equiparata esclusivamente alla cocaina. Entrambi erano considerati pericoli uguali.

Di conseguenza, le persone che storicamente avevano utilizzato e piantato la coca furono perseguitate dallo Stato o strumentalizzate dalle economie illegali, per lo più contadini, afro-colombiani e indigeni. Questa situazione ha intensificato la violenza, provocando morti, arresti, discriminazioni e molte altre conseguenze sociali derivato da questa falsa equivalenza. Il cespuglio di coca passò rapidamente dal “cespuglio del pensiero gioioso” (la pianta per pensare al bonito) divenne “il cespuglio che uccide”.

Il business della cocaina si rivelò così redditizio che cominciò ad essere utilizzato come mezzo per finanziare la guerra in Colombia, generando violenza in campagna e in città, così come danni ambientali derivanti dalla deforestazione per la sua produzione. Allo stesso tempo, furono intraprese azioni per sterminare la pianta e i suoi coltivatori, come ad esempio fumigazioni con glifosato, criminalizzazione del suo commercio, reclusione e persino la morte di coloro che ne facevano uso. Ciò ha creato una realtà immaginata intorno alla coca e alla Colombia che è ancora profondamente radicata nel nostro pensiero collettivo, permeando le istituzioni governative, i media e i prodotti culturali e permeando profondamente l’identità nazionale colombiana.

Futuro Coca è una proposta educativa per tutte le età che mira a cambiare questo stigma: tenta di rivalutare la pianta e di re-incontrarla; per recuperarlo dalle storie create dalla Guerra alla Droga e metterlo al servizio dell'umanità. Nelle parole di Carmen Posada, una delle organizzatrici dell'evento, “questo è uno spazio per rendersi conto che la foglia di coca può essere fonte di vita e non fonte di morte”.

Una donna e un uomo che colorano l'immagine di una foglia di coca.

Le molteplici potenzialità della Coca

Attraverso diverse iniziative di diversi attori provenienti da diversi settori e discipline, come il tessile, la cucina, la medicina, l’arte e le visioni ancestrali, sono stati creati spazi di apprendimento da condividere con i cittadini. Le persone hanno potuto degustare, interagire e utilizzare la coca nelle sue diverse forme e preparazioni. Proposte gastronomiche come formaggi, bibite, birre e gelati ci hanno permesso di riconoscere la bontà della gastronomia a base di coca. Dalle conversazioni sul suo potenziale come fertilizzante naturale o come agente colorante per tessuti, abbiamo parlato anche della sua regolamentazione, della sua origine e della creazione di nuove narrazioni.

Abbiamo partecipato a circoli di condivisione con coltivatori di coca della comunità indigena Nasa, che ci hanno parlato dell'importanza della pianta e delle loro esperienze di lotta. Hanno condiviso il loro senso di rispetto per la coca e per come viene trasformata in mambe: questo è il prodotto della miscela di farina di coca e cenere o pietra calcarea di yarumo. Gli uomini e le donne della Nasa hanno sottolineato che possiamo rivolgerci al mambe quando cerchiamo la parola guida, la chiarezza di pensiero e per migliorare il benessere fisico e mentale. Tra musica e arte, ci hanno invitato a interrogarci sul rapporto tra coca, società, regolamentazione, scienza e ascendenza.

Futuro Coca mira anche a influenzare la narrativa globale sulla Colombia. C’è per noi un’entusiasmante opportunità di diventare pionieri di un nuovo scenario che si apre davanti a noi e di trasformare la Colombia in una forza che può continuare a comprendere e sviluppare i benefici dell’impianto. Come ha sottolineato Carmen: “la coca dovrebbe essere motivo di orgoglio, dovremmo sentirci orgogliosi all’estero di essere i maggiori produttori di coca al mondo, di poterla esportare e mostrare i suoi benefici, al di là delle cose brutte che vengono dipinte da decenni ”.

 

L'energia femminile della Coca

La coca è stata segnalata durante tutta la festa come pianta associata al femminile: secondo la tradizione indigena della comunità Nasa, si parlava di essa come “la pianta dalla dolce parola”. Ciò si rifletteva nel suo spirito: vedere così tante donne come protagoniste di queste proposte, tra le organizzatrici, cuoche, commercianti, artiste, coltivatrici di coca indigene, tra gli altri, sembrava una manifestazione della sua forza femminile.

Ho imparato molto e ho vissuto esperienze molto gratificanti grazie a questo festival; mi ha permesso di conoscere lo stabilimento e tutte le persone che credono e lottano ogni giorno per un mondo diverso. Mi restano molte riflessioni ma anche molte domande, il che non fa altro che sottolineare la necessità di conversazioni più profonde e numerose. È necessario continuare a destigmatizzare la pianta e i suoi usi, portare queste discussioni nei quartieri, nelle scuole, nelle università e più in generale in tutta la vita. Come colombiani, questa è la nostra responsabilità: la coca ha un ruolo cruciale nella costruzione della pace nel nostro Paese e nel raggiungimento della giustizia per tutte le comunità colpite dal proibizionismo e dalla guerra, qui e all’estero.

Non possiamo negare che anche la cocaina fa parte della storia della coca e della Colombia. E sebbene la coca non sia solo cocaina, viene derivata da questa pianta. Una conversazione su una possibile regolamentazione è essenziale, poiché la sua esistenza, consumo e produzione non scompariranno mai. Dobbiamo riconoscere come società che la colpa non è delle sostanze, ma del trattamento ingiusto che hanno subito per anni a causa del proibizionismo e delle sue forze violente, che hanno affidato il controllo totale dell'immagine e del futuro della pianta a un piccolo gruppo che ha distrutto la cultura circostante e le credenze che la accompagnano. È tempo di cambiare il discorso: costruire collettivamente un nuovo futuro per la coca, con particolare attenzione al ripristino e alla giustizia sociale. Come ci hanno insegnato i nostri coetanei indigeni, la pianta stessa ci mostrerà la via del pensiero gioioso.

Due sondaggi pubblici chiedono in spagnolo: "Come ti senti riguardo al futuro della coca?" con vincita “Positiva”; a destra: “Chi dovrebbe guidare il futuro della foglia di coca in questo Paese?” con la “Società” vincitrice e il “Governo” al terzo posto.

 

Articoli precedenti
Celebrazione della lenta ma costante riforma antidroga in Polonia
pagina successiva
Semana Psicoactiva 2023: Tre lezioni per la riforma della politica colombiana sulla droga

Contenuti correlati

Le terme islamiche producono la cannabis medica

.
Израиль признал выращивание марихуаны отраслью сельского хозяйства. Таким образом Министерство сельского хозяйства открыло фермерам, занимающимся разведением каннабиса для медицинск ого использования,…